E' dell'ultim'ora la notizia che vede il Milan nuovamente interessato a un giocatore del Torino, Andrea Belotti, centravanti granata che quest'anno a causa di vari infortuni non sta rendendo al meglio. I rossoneri erano sulle sue tracce già la scorsa estate, quando provarono a sottrarre con tutti i mezzi a disposizione l'attaccante della Nazionale dal Torino, ma Urbano Cairo riuscì a trattenerlo imponendo a tutti i Club interessati al cartellino del "gallo" una clausola che si aggirava intorno ai cento milioni di euro. Difficile che la trattativa possa conoscere degli sviluppi concreti già in questa sessione di calciomercato, pertanto bisognerà aspettare l'estate del 2018, periodo in cui il Club di Via Aldo Rossi per molteplici ragioni tenterà il tutto per tutto, affinché Andrea Belotti possa diventare un nuovo giocatore del Milan.

Il "gallo" è un grandissimo sostenitore dei colori rossoneri da quando era un bambino, per cui approdare nel capoluogo lombardo sarebbe un sogno che diventerebbe realtà.

Kalinic o Andrè Silva via dal Milan?

Con l'ipotetico acquisto di Andrea Belotti, il diavolo per poter far cassa dovrebbe liberarsi di uno dei due attuali attaccanti, Nikola Kalinic o Andrè Silva. Il portoghese ha già ricevuto delle offerte importanti dall'estero, ma sono state tutte rifiutate per via del fatto che la dirigenza rossonera crede ancora nel numero nove rossonero, il quale almeno nel campionato italiano non ha ancora dimostrato il suo valore perchè ha avuto poco spazio a sua disposizione. Kalinic, invece, di minuti da titolare con la maglia del Milan ne ha giocati a sufficienza per poter dimostrare tutto il suo potenziale, che al momento non sta convincendo troppo il popolo di fede milanista, difatti in più di un'occasione il pubblico di San Siro non ha avuto pietà per il croato, il quale è uscito dal campo sotto una pioggia di fischi.

La dirigenza rossonera potrebbe sacrificare uno dei due profili poc'anzi analizzati, e mettere di conseguenza circa 70 milioni di euro sul piatto, utili a convincere la società granata a cedere il suo bomber principale. Sarà una trattativa con non poche complicanze, difatti il Presidente del Torino non ha nessuna intenzione di privarsi di uno dei suoi migliori giocatori, che quest'anno a differenza della passata stagione sta dimostrando di avere qualche lieve problema in fase realizzativa.

Nonostante tutto, Belotti resta un buon giocatore che potrebbe tranquillamente risolvere un bel po' di problemi al reparto offensivo del Milan.