Il calciomercato dell'Inter è entrato finalmente nel vivo e Luciano Spalletti sta per aver il suo primo rinforzo. Il primo regalo arriva a centrocampo, la zona del campo dove la squadra è più vulnerabile. Tra i candidati c'erano Javier Pastore, Mkhitaryan e Ramires, ma in queste ore è uscito a sorpresa il nome di un giocatore del Barcellona, offerto ai nerazzurri proprio dalla dirigenza blaugrana.

L'Inter sta per chiudere per Rafinha

La dirigenza nerazzurra stringe i tempi per rinforzare il centrocampo, tra i tanti nomi circolati in questo mese, prende sempre più corpo quello di Rafinha del Barcellona (fratello di Thiago Alcantara del Bayern Monaco e figlio di Marzinho, campione del mondo nel 1994 con il Brasile).

Le due parti si sono già incontrate per capire quale sia la possibilità di un trasferimento. Ebbene la società blaugrana sembra avere accettato il prestito con diritto di riscatto legato alle presenze con la maglia nerazzurra.

Solo un piccolo dubbio per il tecnico di Certaldo: il centrocampista classe 1993 non gioca una partita ufficiale dal 2 aprile, quando si lesionò il menisco mediale del ginocchio destro. Da li in poi, il brasiliano con il passaporto spagnolo, ha solo pensato al recupero ed è rientrato in gruppo da 45 giorni.

Il giocatore è stato offerto all'Inter durante una riunione dove erano presenti Walter Sabatini e Piero Ausilio. Quest'ultimi sono disposti a prendere Rafinha in prestito gratuito con diritto di riscatto.

Il giocatore ha già accettato l'idea di un trasferimento a Milano e l'affare potrebbe chiudersi in queste ore.

Intanto anche Schurrle si candida per l'Inter

Tanti i giocatori offerti all'Inter in questo periodo c'è anche il campione del Mondo Andrè schurrle, centrocampista in forza al Borussia Dortmund. Il classe 1990 sta trovando poco spazio tra le fila dei gialloneri, facendo registrare appena 8 presenze, dove non è mai andato in gol.

Anzi, ha sbagliato anche un rigore nella gara persa per 2-1 a Stoccarda. Il suo contratto scade nel 2021, ma i tedeschi potrebbero pensare di girarlo in prestito gratuito per cercare di recuperarlo.

Da registrare infine che l'Inter non ha perso di vista Mkhitaryan del Manchester United, dove Mino Raiola sta cercando di spostare il suo assistito verso Milano.

L'affare è tutt'altro che facile: Josè Mourinho non ha ancora dimenticato lo sgarbo della vicenda Ivan Perisic e non intende fare regali alla sua ex squadra.