Partiamo dai fischi dei tifosi e dall'imminente esonero di Colantuono per una Salernitana che ha giocato un tempo prima di deporre le armi e consegnarsi all'avversario. Solo l'imprecisione di Calaiò e Dezi ha impedito al Parma di uscire dall'Arechi con un punteggio più corposo. Al termine della partita i tifosi si sono posizionati davanti all'ingresso della tribuna per esprimere il proprio malcontento contro Lotito, Fabiani e lo staff tecnico granata. Fischi e cori di protesta che erano iniziati ad un quarto d'ora dal termine quando si era già compreso che i granata, nonostante il minimo scarto, difficilmente avrebbero rimontato i ducali.

A fine gara, nel chiuso dello spogliatoio, si è deciso il destino di Colantuono. All'orizzonte lo scontro salvezza con l'Ascoli e la Salernitana non può permettersi grossi passi falsi. Gran parte della squadra riabbraccerebbe con entusiasmo Alberto Bollini, scaricato troppo in fretta da un Lotito che non gradiva le scelte tattica del mantovano. Alla fine il rimedio è stato peggiore del male e la Salernitana è affondata in zona play out. Finora l'ex allenatore di Atalanta e Udinese si era aggrappato alla sfortuna e agli errori arbitrali. Un refrain che ha stancato una tifoseria già delusa per una campagna acquisti inesistenti.

Il disastroso ruolino di marcia di Colantuono

A questo punto la domanda è lecita: bollini accetterà di tornare in sella dopo essere stato più volte destituito dal patron granata?

E soprattutto Fabiani farà nuovamente buon viso a cattivo gioco ed accetterà una nuova convivenza forzata con un allenatore che non ha mai gradito? Il dg vorrebbe affidare la panca ad un terzo allenatore ma sul mercato non ci sono molte alternative: Toscano non è gradito alla piazza, Drago è tra le alternative. Come è accaduto in altre occasione la partita della Salernitana è durata un tempo.

Il trainer granata ha inserito Zito e Di Roberto nell'undici titolare con Palombi preferito al deludente Bocalon delle ultime settimane. Al 7' Casasola ha avuto una buona con Casasola che non è riuscito a capitalizzare al meglio un bell'assist di Ricci. Al 17' Pucino ha sfiorato il bersaglio grosso su calcio di punizione. Pochi istanti è un tiro di Ricci per poco non si trasforma in un assist per gli avanti granata.

Il Parma sembra sorpreso dall'intraprendenza dei granata e fa fatica ad affacciarsi nell'area avversaria. Intorno alla mezz'ora Sprocati ci ha provato ancora con una conclusione dalla distanza che Frattali ha neutralizzato senza problemi.

La Salernitana si spegne dopo il gol dei ducali

Il vantaggio del Parma è un fulmine a ciel sereno: Calaiò scatta sul filo del fuori gioco e serve un assist che Dezi deve soltanto spingere in rete. Al primo gancio la Salernitana esce di scena e nella ripresa il Parma controlla agevolmente le sterile offensive dei granata. Gli ingressi di Rosina, Bocalon e Kiyine non cambiano il refrain della partita con i ducali che sfiorano ripetutamente il raddoppio. Dezi si divora due gol clamorose occasioni tra il 31' e 35' (colpo di testa alta e tiro alle stelle da buona posizione).

In seguito Radunovic salva su Scavone e Calaiò inveisce contro Dezi per aver fallito un comodo assist. La reazione granata è tutta in un tiro centrale di Kiyine che il portiere ospite blocca senza problemi. A fine gara l'addetto stampa granata conferma il silenzio stampa e Lotito si fionda negli spogliatoi. Il tempo per Colantuono è scaduto.

Salernitana-Parma 0-1

SALERNITANA (3-4-3): Radunovic 6; Casasola 5.5, Schiavi,5 5, Monaco 5; Pucino 6, Ricci 5,5 (33'st Kiyine sv), Minala 4,5, Zito 5 (7'st Rosina 5); Di Roberto 4,5 (15'st Bocalon 5), Palombi 5, Sprocati 5.. All. Colantuono.

PARMA (4-3-3): Frattali sv; Gazzola 6, Iacoponi 6,5, Di Cesare 6,5, Gagliolo 6; Dezi 6,5, Scozzarella sv (30'pt Vacca 6,5), Scavone 6,5; Insigne 6 (33'st Anastasio sv), Calaiò 6,5, Da Cruz 5,5 (15'st Frediani 6).

All: D’Aversa.

Arbitro: Pinzani di Empoli.

Reti: 34 'pt Dezi (P).

NOTE: Ammoniti: Iacoponi (P), Schiavi (S), Calaiò (P), Ricci (S). Spettatori: 5826.

Segui la nostra pagina Facebook!