Il Milan di Gattuso vince in rimonta, faticando più del previsto contro un Chievo mai domo e sempre in partita, con questi tre punti i rossoneri salgono a quota 50 in classifica consolidando il sesto posto e non perdendo d'occhio la lotta Champions che sta per entrare nel vivo.

Salgono a 4 le vittorie consecutive dei rossoneri

Nella 29esima giornata del campionato di Serie A vola il Milan che a San Siro si sbarazza del Chievo dopo una partita bellissima ed equilibrata, la squadra milanese riscatta così la doppia sconfitta negli ottavi di Europa League che ha messo fine anzitempo al sogno europeo dei rossoneri.

Gattuso schiera il Milan con il solito 4-3-3, inserendo dal primo minuto Zapata al posto dell'infortunato Alessio Romagnoli che salta anche l'impegno con la Nazionale, mentre in attacco trova spazio Cutrone dal primo minuto, preferito ad Andre Silva che si accomoda ancora una volta in panchina. Maran schiera il Chievo con un 4-3-1-2 confermando dal primo minuto Castro che dopo il lungo infortunio è ritornato ad essere titolare fisso da alcune gare, mentre il giovane De Paoli viene schierato a centrocampo al posto di Hetemaj che a sorpresa parte dalla panchina. L'avvio è di marca rossonera, con la gara che si sblocca dopo appena dieci minuti di gioco grazie alla rete del turco Calhanoglu; per il fantasista turco è la seconda rete consecutiva dopo quella inutile di giovedì contro l'Arsenal di Wenger.

Quando la gara sembra indirizzarsi verso i padroni di casa, arriva la clamorosa rimonta degli ospiti che ribaltano la gara nel giro di un minuto, al 33esimo segna Stepinski prima della rete del bomber Roberto Inglese che gela il Milan e i suoi tifosi con un gol fantastico. Nella ripresa partono a razzo i rossoneri che schiacciano i clivensi nella loro metà campo nel tentativo di raddrizzare una gara complicatasi improvvisamente, il forcing da i suoi frutti dopo appena 8 minuti della ripresa grazie alla rete di Cutrone che si conferma ancora una volta calciatore affidabile e con il fiuto del gol innato.

A questo punto la squadra ospite si abbassa troppo e il Milan ne approfitta mettendo alle corde l'avversario che si difende con molto affanno, al 60esimo Gattuso si gioca la carta Andrè Silva, togliendo dal campo Borini che era stato schierato come difensore destro. Come successo a Genova una settimana fa, è la mossa che porta 3 punti fondamentali in casa rossonera, il portoghese realizza la seconda rete in campionato che in pochi giorni ha fatto ricredere chi lo riteneva un calciatore non da Milan.

Il Chievo accusa il colpo e non riesce più a rendersi minaccioso dalle parti di Donnarumma, anzi, a tempo scaduto deve ringraziare Sorrentino che dal dischetto ipnotizza Kessie evitando così la rete del 4-2.

Il Chievo vede lo spettro della Serie B da vicino

Dopo la sconfitta bruciante contro il Milan a San Siro, il Chievo si ritrova in una situazione di classifica molto preoccupante, i clivensi hanno una sola lunghezza di vantaggio sul terzultimo posto occupato attualmente dal Crotone di Walter Zenga. Nelle ultime 14 gare di campionato sono arrivate addirittura 11 battute d'arresto che hanno vanificato l'ottimo inizio di stagione, ma la cosa che preoccupa di più è l'allergia alle vittorie pervenuta in questo ultimo periodo con una sola vittoria in 14 gare.

Già dalla prossima gara del 31 marzo contro la Sampdoria bisognerà invertire la rotta, un eventuale passo falso potrebbe far precipitare il Chievo al terzultimo posto mettendo sempre più pressione su una squadra che non sa più vincere.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!