La sosta di campionato per le partite delle nazionali è stata motivo di mal di pancia e proteste soprattutto in casa Lazio, dove il pieno impiego da parte di Di Biagio di Ciro immobile e Marco Parolo non è stato visto di buon occhio dalla società. Andando a vedere le statistiche di quest’anno, i due biancocelesti sono, insieme a Mertens e Callejon del Napoli, i giocatori con più partite nelle gambe. Si tratta di calciatori di due squadre che hanno iniziato presto la stagione, la Lazio per la finale di Supercoppa italiana e il Napoli per i preliminari di Champion League. Se in campionato i giocatori più utilizzati, con 29 presenze a testa, sono proprio Mertens e Callejon, insieme a Lazzari della Spal, tra le varie coppe e gli impegni della nazionale questi giocatori hanno fatto più o meno lo stesso numero di partite.

Vediamoli nel dettaglio.

Ciro Immobile

Immobile ha 26 presenze e 24 reti in serie A, 8 presenze e una rete in nazionale, quattro presenze e due reti in Coppa Italia, sette presenze e 6 goal in Europa League, una presenza con doppietta in Supercoppa. Totale: 46 presenze e 35 goal (34 con la Lazio).

Dries Mertens

Ben 40 le presenze del belga con la maglia azzurra del Napoli in questa stagione: 29 in campionato (17 i centri realizzati), due in Coppa Italia con un goal all’attivo, 8 presenze europee con tre reti, sei presenze con la nazionale belga e un goal all’attivo. Totale: 46 presenze e 22 reti in tutto.

Marco Parolo

Il vice capitano biancoazzurro vanta 28 presenze in campionato con 4 goal all’attivo, tre apparizioni in Coppa Italia, sei con un goal in Europa League e la finale di Supercoppa.

Sei le presenze con la nazionale. Totale: 44 presenze e sei goal, tutti con il club capitolino.

Josè Maria Callejon

Appena sotto Parolo troviamo Callejon, con ben 41 presenze con la maglia del Napoli e ‘solo’ due con la nazionale spagnola, entrambe ad inizio campionato. Con 29 presenze e 12 reti in campionato, 10 presenze europee (due le marcature), due in Coppa Italia, l’attaccante partenopeo arriva a 43 presenze da inizio stagione.

Le altre squadre di vertice hanno giocatori meno utilizzati. Si pensi che, nonostante la Juventus sia impegnata su tutti i fronti, Gonzalo Higuain arriva a 41 partite, Dybala 38 mentre Icardi dell’Inter si ferma a sole 28 presenze compresa la nazionale.

In un finale di campionato tutto da scrivere, anche questi numeri possono fare la differenza, soprattutto per gli attaccanti a cui è chiesta lucidità sotto porta.

Bene lo sanno i laziali che si trovano ad affrontare il derby di andata subito dopo l'eliminazione dai mondiali e persero grazie anche ad una strepitosa prestazione di Nainggolan che, a differenza di Parolo e Immobile, saltò l'impegno con il Belgio.

Segui la nostra pagina Facebook!