L'Inter, comunque vada la stagione, si avvia a raggiungere l'ottavo anno senza ottenere successi. Il peso del Triplete è un'eredità che grava in maniera considerevole sulle spalle di quanti in questi anni si sono alternati alla guida e tra le fila dei nerazzurri. Da tempo si cerca di individuare una strategia che possa portare la squadra ad essere nuovamente vincente ed oggi neanche l'avvicendarsi di due società ha permesso di ricucire il gap da quanti ogni anno si giocano lo scudetto.

A Luciano Spalletti ed i suoi in questa stagione è stato chiesto di raggiungere la qualificazione alla prossima Champions League, traguardo che aprirebbe nuovi orizzonti sotto vari punti di vista.

Inter: gli scenari futuri

L'Inter ha speso tanto due estati fa, ma già nel mercato estivo del 2017 ha dovuto fare i conti con la necessità di restare dentro i parametri disposti dalla società.

C'è da rispettare il Fair Play finanziario per evitare di incorrere in sanzioni che potrebbero oscillare tra una multa e addirittura l'esclusione dalle coppe europee. C'è soprattutto da fare i conti con la politica economica internazionale cinese che impone ai grandi investitori del paese asiatico di non poter impiegare grandi somme in attività ludico sportive che risiedano al di fuori del territorio nazionale. Questo, per forza di cose, si traduce nella necessità dell'Inter di dover autofinanziarsi, inventandosi delle strategie di mercato che siano compatibili con la necessità di investire una squadra che anche quest'anno dimostra di avere diverse lacune.

Ottenere, però, la qualificazione alla prossima Champions League si tradurrebbe in varie prospettive positive: ci sarebbero sicuramente più soldi ed allo stesso tempo il club nerazzurro diventerebbe una destinazione sensibilmente più gradita per calciatori importanti che non riescono ad accettare l'idea di raggiungere una destinazione dove non è possibile confrontarsi con il top del calcio europeo.

Inter: il possibile obiettivo

L'Inter, attraverso l'operato di Ausilio e Sabatini, dovrà andare a caccia di uomini di livello internazionale, ma che allo stesso tempo rappresentino opportunità di mercato. Il trentenne Felllaini, ad esempio, pur essendo un pupillo di Mourinho non rinnoverà con il Manchester United. Sulle sue tracce secondo il Daily Star si sarebbero messi la Juventus e proprio l'Inter.

Ci si chiede se a questo punto il buon Josè non possa davvero far pendere l'ago della bilancia a favore dei nerazzurri spingendo il calciatore a trasferirsi a Milano. I tifosi ci sperano.