cagliari nella bufera dopo la pesantissima sconfitta subita a Verona; la società ha deciso infatti di sollevare dall'incarico il direttore sportivo Giovanni Rossi. Il dirigente era arrivato questa estate dopo aver lavorato con l'Aglianese, il Sassuolo e la Juventus primavera. La sua avventura in rossoblu è durata meno di un anno, dopo due sessioni di calciomercato che probabilmente non hanno soddisfatto il presidente Giulini.

Adesso il club dovrà cercare un sostituto all'altezza della situazione e della serie A

Domenica in tarda serata la squadra è stata accolta da una sessantina di ultras inferociti, che all'esterno dell'aeroporto si sono resi protagonisti di un duro confronto con l'allenatore ed i giocatori.

La presenza della Polizia aeroportuale ha scongiurato il peggio, e tutto si è risolto con urla e qualche spintone tra le due parti venute leggermente a contatto. Ieri pomeriggio poi è arrivata la notizia dell'allontanamento di Rossi, che pare abbia pagato il suo rapporto non proprio idilliaco con il presidente del sodalizio cagliaritano. In estate Giulini non aveva gradito l'acquisto del flop Van Der Wiel, una vera e propria meteora nel cielo del capoluogo sardo.

Durante la sessione del Calciomercato invernale si sono verificate altre situazioni particolari, che pare abbiano indispettito il presidente. Le mancate cessioni di Farias prima del suono del gong del mercato, quella di Niccolò Giannetti all'Entella ed il conseguente ritorno di Han, che ha di fatto appesantito l'elenco degli attaccanti a disposizione del tecnico Lopez, hanno indotto il massimo dirigente rossoblu a prendere una decisione importante in un momento delicatissimo della stagione.

Per ciò che concerne la sostituzione del direttore sportivo si fanno già alcuni nomi

Il primo è quello dell'ex Stefano Capozucca che fu allontanato proprio per far spazio al neo esonerato Rossi. Il direttore ligure non ha di certo bisogno di presentazioni visto che per lui parla il suo curriculum. Uomo esperto e profondo conoscitore del mondo del calcio, può mettere a disposizione del club oltre alle sue conoscenze, una serietà e discrezione che fanno da cornice ad un personaggio affidabile e di primissimo piano.

Ovviamente qualsiasi direttore sportivo per poter operare con profitto, ha necessità di un portafoglio certamente più pingue rispetto a quello che il presidente Giulini finora ha messo disposizione dei suoi collaboratori di mercato. Un altro nome che potrebbe essere papabile è quello del ds Pierluigi Carta, attualmente in forza all'Olbia di Marino.

Questa però potrebbe essere annoverata nell'alveo dell'ennesima scommessa, e a dirla tutta il Cagliari in questo momento ha necessità solo di certezza solide, non solo nella figura del direttore sportivo ma anche in quella dell'allenatore.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!