Dopo un vivace avvio di campionato la Sampdoria ha chiuso la stagione in modo non del tutto convincente, deludendo molti tifosi. Come se questo non bastasse, Massimo Ferrero è finito nel mirino degli Ultras che dichiarano una rottura con il presidente e preparano una dura contestazione nel mese di Giugno. A scatenare la rabbia del tifo organizzato sarebbero state le dichiarazioni del presidente della società genovese che avrebbe definito degli "scappati di casa" alcuni tifosi, presenti allo stadio durante la partita con il Napoli, rei di aver intonato cori poco consoni ad un evento sportivo e piuttosto offensivi.

Nonostante queste problematiche Romei, Osti, Pradè e Pecini continuano a lavorare per costruire una squadra competitiva per la prossima stagione quando il sogno sarà l'Europa.

Alzata la posta per Majer, il gioiellino croato

Il primo nome ad essere uscito in questi giorni è quello di Lovro Majer, trequartista 20 enne militante nella Lokomotiv Zagabria. Il calciatore, classe 1998, avrebbe già raggiunto un'accordo con la Sampdoria e avrebbe già espresso la volontà di mettersi alla prova in un campionato tosto come quello italiano. Su di lui è in pressing anche la Dinamo Zagabria che avrebbe già l'intesa con la Lokomotiv. I blucerchiati sperano che la volontà del giocatore prevalga. La Samp, a comprova del suo interesse per il giovane calciatore ha aumentato l'offerta da 7 a 10 milioni di euro complessivi.

Altro giocatore che piace molto al club di Corte Lambruschini è Omar Colley, difensore del Genk, già trattato la scorsa estate. Ferrero & c. pensano di avviare una nuova trattativa vista anche la sempre più probabile partenza di Ferrari. Il difensore dovrebbe tornare al Sassuolo che pare non volerlo cedere per meno dei 13 milioni di euro già pattuiti per il riscatto, ma ritenuti eccessivi dalla dirigenza blucerchiata anche in relazione alle prestazioni del difensore in questa stagione.

Piacciono molto anche Marcelo Saracchi del River Plate e il suggestivo, ma per niente facile, ritorno di Roberto Soriano.

Sampdoria: un mercato frizzante anche in uscita

La politica del club genovese è molto chiara: valorizzare i giovani per poi venderli generando plusvalenze necessarie, al giorno d'oggi, per tenere il bilancio in attivo e finanziare il Calciomercato.

Anche quest'anno, dunque, ci saranno alcune cessioni in casa Samp. Sicuro partente è Strinic che ha dichiarato di essersi accordato con il Milan per un contratto triennale. Ferrari, appunto, rientrerà al Sassuolo mentre Torreira pare abbia chiuso il suo ciclo nella squadra genovese. Sono molte le squadre interessate al regista uruguaiano tra le quali Inter, Liverpool, Arsenal e Lipsia.

Incerto anche il futuro di Emiliano Viviano che quest'anno, tra problemi fisici e cali di concentrazione, non ha convinto pienamente. Per lui la società genovese riflette anche in relazione alle offerte ricevute da Parma e Spal. Sul mercato anche Regini, Sala e Alvarez che hanno, però, poche richieste concrete.

Torna di moda anche Èder per la Samp

Che il giocatore italo-brasiliano piaccia molto alla società ligure è un dato di fatto.

L'attaccante dell'Inter ha lasciato un buonissimo ricordo nella società e nei tifosi e, tutto sommato in molti lo rivedrebbero volentieri con la maglia blucerchiata. Il giocatore viene valutato circa 7 milioni di euro dall'Inter, cifra che la Sampdoria sarebbe disposta ad investire soltanto nel caso di cessione di Duvan Zapata. Il colombiano quest'anno è stato molto importante nell'economia del gioco offensivo della squadra di Giampaolo e si punta a tenerlo. Vista però l'imprevidibilità del calciomercato, qualora arrivassero proposte considerate "irrinunciabili" da Ferrero, la società ha già pronta in Èder una valida alternativa. Insomma tifosi sampdoriani preparatevi a un'estate spumeggiante e ricca di colpi di scena.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!