Solitamente quando avvengono disfatte come quella che sta investendo la nazionale Argentina ai Mondiali di Russia 2018, che nella seconda partita del girone ha perso 3-0 con la Croazia, si tende a cercare subito un capro espiatorio su cui scaricare tutta la delusione e la frustrazione per il mancato successo. In questo caso, le responsabilità sono da dividere in più parti e forse solo cosi si possono capire i motivi della quasi eliminazione dell'Argentina dal mondiale di calcio.

Gli errori di Jorge Sampaoli

Il C.t.

e i suoi errori che sembrano essere la causa principale della situazione che si è creata: un punto in due partite, un solo gol fatto e ben quattro subiti, da Islanda e Croazia. Sono numeri che fanno rabbrividire e non degni di una nazionale con la qualità tecnica che ha l'Argentina. Ed è qui che entra in gioco Sampaoli: il tecnico della Selecion ha compiuto scelte tecniche a dir poco discutibili e il riferimento non è alla mancata convocazione di Icardi, bensì al modo in cui mette in campo la squadra.

L'Argentina non ha un ordine tattico e di conseguenza non riesce a sviluppare un gioco; la difesa a tre non si sposa alla perfezione con le caratteristiche dei centrali in rosa e se proprio il tecnico argentino vuole proporla, perchè non schierare il romanista Federico Fazio, che in giallorosso è stato protagonista con questo sistema di gioco? Un errore piuttosto evidente, soprattutto se si considera che Fazio sa anche impostare e questa può essere considerata un aggravante, pensando che nell'attuale sistema di gioco schierato da Sampaoli, l'azione viene avviata a turno da Otamendi e Mascherano.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Mondiali Russia 2018

Ma il mancato impiego di Fazio, ha fatto si che l'Argentina perdesse anche molta fisictà e affrontando squadre del calibro di islanda e Croazia, (che difficilmente hanno attaccanti alti meno di un metro e ottantacinque), è molto più facile che l'Argentina subisca questo fattore.

Gli altri due errori madornali di Sampaoli riguardano il centrocampo e la mancata profondità della squadra. Partendo dal reparto intermedio, non si può fare a meno di notare come la Selecion faccia fatica a svolgere entrambe le fasi: il suo centrocampo non supporta l'attacco, ne fa da filtro alla difesa.

Non ci sono incontristi di livello e con Mascherano al centro della difesa l'Argentina perde un perno fondamentale in un reparto chiave. A questo va aggiunto il mancato impiego di Biglia - buon regista che sa anche difendere - ed il gioco è fatto. Analizzando nel dettaglio le due partite giocate sin qui dalla squadra di Sampaoli, si può notare come in entrambi i match la Selecion sia stata schiacciata dal centrocampo avversario; il 4-4-2 islandese faceva molta densità, mentre il centrocampo croato è stato superiore in entrambe le fasi a quello argentino e di fatto la Croazia ha vinto la partita in quel reparto.

Per quanto riguarda il secondo aspetto e cioè la mancata profondità della squadra, quella altro non è che una logica conseguenza di quanto scritto sin qui. Infatti se l'attacco di una squadra non è supportato dagli altri reparti che garantiscono equilibrio alla stessa, difficilmente questo potrà essere pericoloso: anche se ha in rosa gli elementi che ha l'Argentina. Sotto questo aspetto c'è anche qui un errore del tecnico; infatti la scelta di non far giocare Higuain è stata deleteria e ha contribuito alla mancata pericolosità della squadra.

Il Pipita è un centravanti di movimento che sa aprirsi gli spazi da solo e di conseguenza sa anche aprirli ai compagni. infatti è noto come quando non sia lui a fare gol, molte delle reti segnate dalle sue squadre, nascono dai suoi movimenti.

La mancata ampiezza della squadra

La chiave del 3-4-3 è l'ampiezza che i due esterni di centrocampo danno alla squadra. Da qui partono i cross per l'attaccante che va in profondità e sempre da qui si crea la superiorità numerica in fase offensiva. E invece no, nell'Argentina non funziona cosi e anche questo è un altro grande errore del tecnico Sampaoli, il quale non è stato capace di dare un gioco corale ai suoi.

Sampaoli non ha saputo creare una squadra, ma ha messo in campo soltanto undici singoli che tra loro non sono funzionali. Non ci si stupisca se Messi non rende e a nulla servono i paragoni con Cristiano Ronaldo, perchè il portoghese può contare su un'organizzazione di squadra, mentre Messi no. Cosa diversa invece nel Barcellona, dove la Pulce si muove in uno schema ben preciso e strutturato. Ovviamente poi c'è il talento che conta, ma se in una nazionale dove oltre a lui ci sono Aguero, Higuain, Dybala, Di Maria e altri giocatori menzionati nei paragrafi precedenti e nessuno di questi riesce a rendere in base alle proprie qualità, è facile intuire come ci sia un errore strutturale che impedisca questo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto