La Germania esce dal Mondiale 2018 in Russia perdendo proprio nei minuti finali contro la Corea Del Sud per due reti a zero. Un epilogo che ricorda tanto il Mondiale del 1966 in Inghilterra quando toccò all'Italia uscire per colpa della Corea Del Sud. Quindi nel gruppo F passano agli ottavi di finale la Svezia che è qualificata come prima del girone e il Messico che si è piazzata al secondo posto. Questa è un'eliminazione nella prima parte dei Mondiali per i tedeschi che non accadeva dal 1938 quando all'epoca non c'erano ancora gli ottavi di finale.

Le scelte di Low

Il tecnico della Germania prima della partita aveva fatto i complimenti al suo attaccante Muller ma durante la il match contro la Corea ha deciso di lasciarlo in panchina.

Stesso destino è toccato all'altro attaccante Mario Gomez preferito a Ozil. Scelte che sicuramente faranno molto discutere in Germania visto che non hanno funzionato come avrebbero dovuto. La Germania nel primo tempo ha collezionato delle buone occasioni da rete ma non è mai riuscita a trasformarle in gol. Nel secondo tempo prima di subire il gol dei coreani, hanno avuto ben tre occasioni importanti. La prima è quella di Reus che fa un gran tiro ma finisce fuori di pochissimo. La seconda è un colpo di spalle da parte del centrocampista Hummels e l'ultima è capitata proprio sui piedi di Kroos. Ma al 48esimo minuto di gioco arriva la doccia fredda per la Germania con il gol da parte di Kim che viene convalidato anche dalla Var, visto che il giocatore coreano è stato liberato da un doppio tocco da parte dei giocatori tedeschi.

La Germania non si da per vinta e prova a mandare tutti i suoi uomini dentro l'aria avversaria compreso il portiere Neur. Ma la Corea del Sud si difende bene e trova anche la rete del 2 a 0 con Son che batte Neur ormai fuori dai pali.

Il Brasile passa ai quarti di finale

Il Brasile di Neymar invece riesce a battere la Serbia di Kolarov per due reti a zero e passa al turno successivo di questo Mondiale 2018.

La prima rete è arrivata nel primo tempo grazie a Paulinho che con un preciso pallonetto ha superato il portiere avversario, mentre il secondo gol è stato siglato di testa dal difensore Thiago Silva. Neymar ha avuto molte occasioni per segnare il suo primo gol ma il portiere della Serbia è stato molto bravo a neutralizzare le conclusioni del brasiliano.

Per seguire tutte le prossime informazioni che riguardano il calcio, continuate a seguire attentamente questo profilo.

Segui la nostra pagina Facebook!