Formazione Juventus 2018-2019 che potrebbe subire dei cambiamenti dopo l'arrivo di CR7, almeno nella sua versione "tipo". Poco meno di una settimana fa Allegri aveva ben chiaro quello che sarebbe dovuto essere il suo schema tattico ma l'approdo in bianconero di Ronaldo, ufficializzato ieri, rappresenta il migliore tra gli imprevisti, visto che si tratta del giocatore più decisivo del pianeta, uno che negli ultimi tre anni ha trascinato la propria squadra a vincere tre Champions League.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Uno che, però, vuole essere messo nelle condizioni di sfruttare tutte le sue inestimabili potenzialità. Non metterlo nelle condizioni di esprimersi al meglio sarebbe un delitto e pertanto è facile immaginarsi che nelle idee del tecnico livornese possano profilarsi dei cambiamenti molto grossi [VIDEO] rispetto a quelle che erano le intenzioni iniziali rispetto alle idee di gioco.

Allegri metterà da parte il 4-3-2-1 per far rendere al meglio CR7

Cristiano Ronaldo nel corso della sua carriera ha avuto un'evoluzione importante. Da semplice ala, ai tempi dello Sporting Lisbona, si è trasformato in un giocatore che sa leggere la partita. Uno che sa dove andare a trovare gli spazi giusti e far male agli avversari. Non si spiegherebbero altrimenti le medie realizzative che raccontano che, chi gioca con lui, parte con un gol di vantaggio. C'è una sola cosa che non è cambiata: la sua attitudine a partire dall'esterno, preferibilmente da sinistra. Da lì può rientrare per scaricare il suo fenomenale destro e sprigionare la velocità che gli consente di seminare avversari come birilli. L'idea iniziale di Massimiliano Allegri era quella di optare per un 4-3-2-1 che prevedesse Douglas Costa e Dybala perni d'attacco dietro una unica punta: Ronaldo in questo scacchiere potrebbe agire unicamente da centravanti.

Difficile, però, immaginare che si scelga di mandarlo a ingaggiare duelli rusticani con i difensori avversari, pur non mancandogli le qualità fisiche per poterlo fare, dunque è molto probabile che si possa procedere ad un cambio di atteggiamento tattico [VIDEO].

Formazione Juve: il 4-2-3-1 probabile schema

La Juventus, invece, potrebbe scegliere il 4-2-3-1. Attenzione, però, la punta non sarebbe Higuain. L'argentino potrebbe essere ceduto per fare cassa ed anche perché non è l'uomo ideale per esaltare la straordinaria classe di Ronaldo. In quella posizione potrebbe essere Mandzukic l'uomo giusto: il croato ha generosità tale da poter correre per i compagni ed anche di creare spazi per loro, andando a portare fuori dall'area di rigore i difensori avversari. Nell'ipotetico terzetto di trequartisti troverebbero inizialmente posto Dybala (in mezzo) e Cuadrado. Il colombiano sarebbe anche l'uomo che darebbe equilibrio alla squadra vista la naturale attitudine al sacrificio, mostrata giocando anche da quinto nel 3-5-2.

Douglas Costa, invece, sarebbe l'arma da far valere con la sua velocità a gara in corso. Sulla mediana la scelta sarebbe ampia con due tra Khedira, Emre Can, Pjanic e Matuidi. In difesa, invece, l'ipotetico quartetto titolare sarebbe composto da Cancelo, Benatia, Chiellini e De Sciglio. In porta ovviamente Szczesny.