Cristiano Ronaldo alla Juventus. Chi non ci credeva, adesso dovrà farlo. L'asso portoghese giocherà in Serie A e lo farà con la maglia bianconera. Un regalo graditissimo per Massimiliano Allegri che avrebbe potuto allenarlo al Real Madrid qualora avesse accettato l'offerta dei blancos. Invece il destino gli ha riservato una sorpresa che nessuno si sarebbe aspettato: Cr7 approderà a Torino. Toccherà all'allenatore livornese ritagliare addosso alla sua squadra un vestito che possa valorizzare al meglio il talento cristallino di chi ha vinto tre volte l'ultima Champions League, ha monopolizzato l'albo dei riconoscimenti individuali a livello mondiale e ha trascinato il Portogallo alla vittoria di un europeo.

La Juventus era già una macchina da vittorie quasi perfetta, adesso potrà ulteriormente elevare la propria forza ma dovrà incastrare Cristiano Ronaldo alla perfezione. Un tassello preziosissimo in un mosaico che già faceva paure a contendenti che si stavano rafforzando. Vietato ovviamente, in casa bianconera, abbassare la guardia.

Il ruolo di Allegri

Cristiano Ronaldo è un giocatore universale. Nasce come esterno d'attacco e allo Sporting Lisbona si immaginava potesse diventare un campione di quel ruolo.

Lui, invece, è diventato una star internazionale grazie alla capacità di spostarsi nel campo a seconda di dove può far più male agli avversari. Nello scacchiere di Massimiliano Allegri, in questo momento, lo si immagina al fianco di Dybala. A ridosso dell'unica punta, con possibilità di partire da sinistra per rientrare e scaricare il suo mortifero destro. Volendo ipotizzare quella che oggi potrebbe essere la formazione tipo bianconera si potrebbe tranquillamente pensare ad una soluzione basata sul 4-3-2-1.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Juventus

In porta naturalmente spazio a Scczesny. Linea difensiva con Cancelo, Benatia, Chiellini e De Sciglio. A centrocampo, invece, si può ipotizzare una cerniera mediana formata da Emre Can, Pjanic e Khedira. Sulla trequarti, invece, spazio ai due maggiori talenti a disposizione di Max Allegri: Dybala e Ronaldo per l'appunto. Il dubbio principale, però, riguarda il centravanti e i motivi sono molteplici.

Formazione Juve 2018-19 forse senza Higuain

Ronaldo, com'è noto, preferisce agire con centravanti in grado di aprirgli gli spazi.

Uomini che vadano ad ingaggiare duelli rusticani con i difensori avversari, che escano a ricevere il pallone e che magari gli diano l'opportunità di trovare il varco per andare a rete. Non sono esattamente queste le caratteristiche di Gonzalo Higuain. Non è un caso che più di qualche rumors di mercato racconta che l'argentino potrebbe lasciare Torino. Si tratterebbe di una soluzione che, tra l'altro, consentirebbe alla società di rientrare in parte dal gravosissimo impegno economico rappresentato dall'ingaggio e dall'acquisto di CR7.

La Juventus a quel punto potrebbe puntare su Mandzukic che potrebbe rappresentare un profilo molto più compatibile con le esigenze del portoghese. E un altro attaccante potrebbe anche arrivare.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto