Finalmente è ritornata la Serie B che riparte tra qualche polemica ed incertezza. Nonostante tutte le difficoltà del caso, alla fine si è riusciti a dare spazio al calcio giocato e non alle parole. Quest'anno la serie cadetta offre molti spunti interessanti e già è possibile indicare quali siano le favorite per la promozione in Serie A tra cui Benevento, Verona e Palermo.

I rosanero sono la squadra quotata maggiormente verso la promozione grazie ad un gruppo ben collaudato e al ritorno di elementi importanti. Lo scorso anno la promozione è sfumata solo dopo aver perso nella gara decisiva contro il Frosinone.

Non c'è da scherzare nemmeno con il Benevento che ha effettuato una campagna acquisti importante con nomi di livello per la categoria, cosi come i veneti che hanno affidato la squadra a Grosso ed hanno in rosa gente come Pazzini, bomber affermato e talenti come Laribi e Di Capua.

Tuttavia come sempre il campo sarà l'unico giudice e già nella giornata di ieri è stato emesso il primo verdetto tra Brescia e Perugia è terminata 1-1.

Brescia-Perugia: primo tempo di marca bresciana

La prima partita di B è terminata con un pareggio per il Brescia e Perugia. Le "rondinelle" allenate da Suazo e il "grifone" guidato da Nesta. Nel primo tempo meglio i bresciani che si rendono abbastanza pericolosi grazie ad un Perugia che sembra abbastanza intimidito dall'atteggiamento della squadra avversaria.

Gli umbri riescono a creare veramente poco in fase offensiva con un Han davvero poco ispirato e fumoso per tutta la partita. Il Brescia va più volte vicino al gol del vantaggio mancandolo sempre per imprecisione o per semplice sfortuna. Gli sforzi però vengono premiati sul finire del primo tempo quando al 43esimo Bisoli insacca in rete al volo trafiggendo la porta umbra.

Reazione Grifone

La ripresa si apre con un Perugia più convinto rispetto al primo tempo sopratutto su calcio piazzato. Su una di queste grazie ad una ribattuta gli umbri riescono a spaventare le rondinelle. Nesta corre ai ripari inserendo Melchiorri in attacco per Han cosi da aumentare il peso offensivo in avanti. Il match prosegue con il Brescia che sembra capace di gestire l'incontro con i tre punti che si avvicinano sempre di più regalando a Suazo il primo successo sulla panchina bresciana, ma al 93esimo viene concesso un calcio di rigore per un fallo su Vido.

Il centrocampista non sbaglia e salva Nesta al fotofinish.

Segui la pagina Serie B
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!