Ieri sera la Juventus, impegnata nella gara contro l'Atalanta, valida per il passaggio alle semifinali di Coppa Italia, è stata battuta dai padroni di casa per 3-0 a causa di una brutta performance.

L'analisi della sconfitta

Alla fine del match, Massimliano Allegri ha rilasciato delle dichiarazioni durante le quali ha analizzato i motivi della sconfitta che hanno tagliato fuori i bianconeri da questo torneo al quale tenevano molto.

Il tecnico innanzitutto fa i complimenti all'Atalanta perché è stata grintosa e ci ha creduto, al contrario dei suoi uomini, apparsi scarichi e demotivati. I segni di stanchezza si sono manifestati già domenica nella gara dell'Olimpico contro la Lazio, vinta in rimonta. A Bergamo invece la squadra non ha reagito ed ha incassato tre reti, senza riuscire a segnare: “Non abbiamo fatto gol dopo chissà quante partite, era la serata giusta per perdere”, questa l'amara affermazione dell’intervistato che poi sottolinea come anche le squadre più forti non possono vincere sempre.

Il 'Conte Max' è dispiaciuto perché questo torneo è molto sentito nell’ambiente e lo dimostra il fatto che negli ultimi quattro anni è stato portato a casa. A questa debacle ha contribuito molto l'infortunio di Chiellini a gara in corso e De Sciglio, che ha preso il suo posto, pur facendo una buona partita, ha commesso qualche ingenuità. Con Bonucci infortunato e Benatia volato in altri lidi, l'unico a disposizione era Caceres, il quale però non essendosi ancora allenato con il gruppo non era pronto per essere gettato nella mischia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus

Il tecnico si consola dicendo che per fortuna nella terza giornata di ritorno del campionato torna il numero 17 bianconero: “Ora sabato tornerà Mandzukic”. Il match in salita ha irritato parecchio l’allenatore che in occasione del fallo dell'Atalanta su Dybala ha protestato, per cui il quarto uomo l'ha allontanato. Con il senno di poi l'episodio del fallo non avrebbe cambiato il risultato perché la squadra ha giocato male e la sconfitta deve servire da insegnamento, perché sabato in casa “bisogna battere il Parma”, questo l'imperativo categorico di Allegri.

Le difficoltà della Coppa Italia

In Coppa Italia anche le altre big hanno stentato, basti pensare che la Roma è stata sconfitta per 7-1 dalla Fiorentina. La causa non è nella sottovalutazione di queste gare, ma piuttosto potrebbe dipendere dagli impegni ravvicinati. La Juventus ad esempio delle cinque gare giocate, quattro le ha disputate fuori casa. “Siamo stati anche un pochino sfortunati dal punto di vista del calendario - ha detto - quando giochi le partite secche e becchi la serata storta è normale che vai fuori”.

Allegri è convinto che questa sconfitta e le critiche che seguiranno faranno bene alla squadra che da marziana quale era considerata ritorna ad essere umana.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto