Non è stata una grande Roma, questo è certo, ma era fondamentale vincere. La squadra di Di Francesco doveva dare continuità alla serie positiva di vittorie ottenute contro Porto (in Champions) e Bologna. Baroni schiera il suo rinomato 3-5-2 avente come punto di riferimento le 2 punte Ciano e Ciofani. Il tecnico giallorosso risponde con il consueto 4-2-3-1 risparmiando i diffidati Cristante, Florenzi e il baby talento Zaniolo dato che tra una settimana all'Olimpico andrà in scena il derby. Dietro a Dzeko trovano spazio El Shaarawy, Pellegrini e il ritrovato Perotti.

Sintesi della gara

Il Frosinone si presenta davanti ai propri tifosi con la voglia di ottenere i 3 punti e l'approccio al match è quello giusto.

I ciociari passano in vantaggio dopo appena cinque giri d'orologio grazie a Ciano, il quale è abile a sfruttare un errore della difesa giallorossa in uscita e con una conclusione dal limite dell'area beffa Olsen, non proprio impeccabile nella circostanza. La Roma non ci sta e dopo 25 minuti trova il pari con Edin Dzeko che è lesto ad insaccare dopo una mischia in area ciociara. Nemmeno il tempo di resettare le idee e il Frosinone si ritrova immediatamente sotto. El Shaarawy riceve la sfera sul vertice destro dell'area, fa partire un tiro che trova la respinta corta di Sportiello, con la palla che finisce sui piedi di Lorenzo Pellegrini che, da 2 passi, insacca il goal del 2-1.

Nel secondo tempo il ritmo si abbassa, entrano da una parte Molinaro e Pinamonti, dall'altra Zaniolo e Cristante che rimpiazzano rispettivamente Perotti e Nzonzi.

La Roma sembra nuovamente cedere a livello psicologico, e quando il Frosinone carpisce il momento no degli avversari trova il goal del pareggio al minuto 80 proprio grazie al neo entrato Pinamonti. L'attaccante, dopo aver ricevuto uno splendido passaggio dal compagno di reparto Ciano, batte Olsen. Anche in quest'occasione difesa della Roma è da horror.

Sembra di rivedere un film già visto, di rileggere nuovamente un copione già scritto. Invece, proprio all'ultimo secondo El Shaarawy si invola sulla fascia sinistra e mette un pallone in mezzo trovando puntualmente il centravanti bosniaco Dzeko che, con il fianco destro, spedisce la palla in fondo alla rete.

Il Frosinone sprofonda, la Roma festeggia.

Situazione in classifica

Per il Frosinone di Baroni si tratta della seconda sconfitta consecutiva dopo il ko ampiamente prevedibile in casa della Juventus. La situazione resta stabile: i ciociari infatti si trovano ancora in zona retrocessione a -5 dall'Empoli. Quest'ultimo è stato sconfitto nella giornata di ieri da un arrembante Milan con il punteggio di 3-0.

La Roma, d'altra parte, ottiene una vittoria fondamentale in ottica Champions e continua a tallonare il Milan che in questo momento occupa il quarto posto (ultimo posto valido per il piazzamento in Champions). I giallorossi vantano 6 punti di vantaggio sulla Lazio, ma quest'ultima ha una partita in meno.

Segui la pagina A.S. Roma
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!