È l'argomento più dibattuto dell'ultimo mese, dopo l'ufficializzazione dell'addio di Massimiliano Allegri alla Juventus: parliamo del prossimo tecnico bianconero, con le ultime indiscrezioni che sembrano confermare il probabile arrivo di Maurizio Sarri a Torino. Questo ritardo nella nomina del tecnico toscano deriverebbe da questioni burocratiche, in quanto Sarri ha ancora un contratto che lo lega al Chelsea per altri due anni e quindi sarà necessario trovare un'intesa con la società inglese.

In merito all'arrivo alla Juventus di Sarri, ha parlato l'ex amministratore delegato bianconero Luciano Moggi, che a Radio Kiss Kiss ha detto la sua sulla questione panchina bianconera. L'ex dg non è così convinto dell'arrivo del tecnico toscano alla Juventus

Sarri difficilmente arriverà a Torino

Luciano Moggi ha espresso dei dubbi sul possibile arrivo di Maurizio Sarri alla Juventus. Anzi secondo l'ex direttore generale bianconero, la Juventus vuole Guardiola ed è in attesa della sentenza della Uefa sul Manchester City in merito alla possibilità della società inglese di non disputare la prossima Champions League per motivi di Fair Play Finanziario.

Ironizzando però sulla possibile trattativa Sarri-Juve, l'ex direttore generale bianconero ha sottolineato come il tecnico toscano (anche in riferimento alle parole rilasciate da Sarri a Vanity Fair in cui ha dichiarato che per esigenze societarie sarebbe disposto ad indossare abiti eleganti rispetto invece alla 'solita' tuta) stia già preparando i vestiti per la panchina della Juventus, aggiungendo che per quanto riguarda il vestiario, dovrà necessariamente adeguarlo allo stile bianconero qualora arrivasse a Torino.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Calciomercato

Per quanta riguarda invece le possibili alternative a Sarri, Moggi ha escluso Mauricio Pochettino del Tottenham, ritenendola una pista difficile anche per il fatto che il presidente della società londinese Levy è ostico nelle trattative di mercato. Lo stesso ex direttore generale della Juventus ha voluto esprimere la sua anche sulla permanenza di Ancelotti al Napoli ribadendo come la società campana ha fatto benissimo a confermare il tecnico emiliano sulla panchina

Il mercato della Juventus

Indipendentemente da chi sarà il prossimo tecnico bianconero, ci sono delle esigenze oggettive da soddisfare nella rosa della Juventus: un investimento in difesa, un top player a centrocampo e probabilmente un giocatore per il settore avanzato.

In difesa, dopo l'arrivo di Demiral, servirebbe infatti un centrale giovane ma già esperto ed uno dei difensori più apprezzati è sicuramente Romagnoli del Milan. Nella mediana il sogno resta Paul Pogba, che sarebbe in uscita dal Manchester United. Raiola avrebbe già trovato un'intesa contrattuale con la dirigenza bianconera, il problema sarà trattare con la società inglese. Infine nel settore avanzato, potrebbe arrivare Federico Chiesa, centrocampista offensivo della Fiorentina.

Probabilmente si attenderà l'ufficializzazione del passaggio di proprietà della società toscana fra i Della Valle e Rocco Commisso, ma il giocatore avrebbe già trovato l'intesa sul contratto con la Juventus, cinque anni a cinque milioni di euro a stagione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto