L'ex amministratore delegato del Milan Marco Fassone ha affermato che Cristiano Ronaldo era pronto a trasferirsi a San Siro prima di accasarsi alla Juventus la scorsa stagione. Ronaldo si è trasferito dal Real Madrid alla Juventus con un accordo di 112 milioni di euro. Prima della stagione 2018-19, tuttavia, c'era stato un evidente interesse del Milan. L'ex direttore sportivo Massimiliano Mirabelli ha affermato che Ronaldo era sul punto di firmare per il Milan prima che l'ex proprietà - guidata da Li Yonghong - bloccasse l'accordo.

E Fassone, che ha seguito Mirabelli fuori dal Milan dopo l'acquisizione nel luglio dello scorso anno da parte di Elliot Management, ha sostenuto queste affermazioni: "Il presidente voleva Cristiano Ronaldo, ma i dati ci hanno detto che l'acquisto non era consigliabile", ha detto Fassone a Sportitalia.

"Ronaldo era aperto a valutare l'opportunità, dato che il Milan è un club famoso e c'era entusiasmo intorno a noi".

L'ex proprietà rossonera è stata protagonista di un periodo di grandi spese, con l'acquisto di Leonardo Bonucci dalla Juventus per la cifra di 42 milioni di euro, In questa finestra di mercato sono arrivati al Milan tra gli altri Andrè Silva, Hakan Calhanoglu, Andrea Conti, Mateo Musacchio, Ricardo Rodriguez, Lucas Biglia, Franck Kessie, Nikola Kalinic e Fabio Borini. Bonucci ha trascorso solo una stagione a Milano prima che il difensore italiano tornasse a Torino e Fassone ha ammesso che l'accordo era stato sconsiderato. "Bonucci è stato un errore", ha detto Fassone.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Milan

L'ammissione di Fassone: l'acquisto di Bonucci fu un errore

"Quando abbiamo acquistato Bonucci dalla Juventus, avevamo già fatto otto o nove acquisti. La strategia era quella di creare una squadra adatta al 4-3-3, quindi avevamo già i difensori e non ne avevamo davvero bisogno. Quello che davvero mancava era un centravanti, per il quale avevamo messo da parte 70 milioni di euro. "La scelta che abbiamo fatto alla fine è stata quella di ridurre il budget per l'attaccante ed acquistare un leader per lo spogliatoio.

Con il senno di poi, se avessimo investito i soldi per come era il piano, il campionato rossonero sarebbe andato diversamente."

Il Milan acquistò l'attaccante portoghese Silva dal Porto in quella finestra di mercato, ed ai rossoneri fu accostato anche Pierre-Emerick Aubameyang prima di lasciare il Borussia Dortmund per l'Arsenal. "Pierre-Emerick Aubameyang è stato un bersaglio, dato che Mirabelli è sempre stato un fan", ha detto Fassone.

"Tuttavia, è complicato trattare con i club tedeschi. Le richieste erano superiori al suo reale valore sul mercato." Il Milan si sta preparando per la stagione 2019-20 con il nuovo allenatore Marco Giampaolo dopo che Gennaro Gattuso si è dimesso dopo il quinto posto del club lo scorso anno.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto