L'Inter starebbe per mettere a segno un colpo in prospettiva, assicurandosi le prestazioni calcistiche del giovane attaccante uruguaiano ma con passaporto italiano Martin Satriano. Secondo le ultime voci, i nerazzurri hanno bruciato la concorrenza di diverse squadre italiane e il giovane dovrebbe sbarcare già oggi a Milano per sottoporsi alle visite mediche e firmare il contratto.

Satriano verrà poi aggregato alla Primavera anche se sembra che Conte i primi giorni voglia valutarlo ad Appiano Gentile prima di affidarlo al tecnico Madonna.

La scheda di Martin Satriano

Satriano, classe 2001 è alto 1,87 e presenta una struttura fisica già imponente nonostante la giovane età. Gioca nel National di Montevideo dove ha fatto tutta la trafila giovanile, arrivando anche a giocare qualche amichevole con la prima squadra. E' un attaccante centrale di piede destro, dotato di una discreta tecnica individuale che gli permette di poter ricoprire anche ruoli di seconda punta o di esterno offensivo.

In patria i paragoni degli addetti ai lavori si susseguono e c'è chi lo accomuna nelle movenze ad un giovane Ibrahimovic per la sua stazza fisica, la propensione a giocare spalle alla porta prendendo posizione prima di voltarsi e dialogare con i compagni o puntare la difesa avversaria nell'uno contro uno.

Niente Giroud, mercato in entrata chiuso

Sembra definitivamente saltata la trattativa che doveva portare Olivier Giroud all'Inter. I dirigenti nerazzurri in sintonia anche con Conte avrebbero deciso di proseguire la stagione puntando oltre a Lukaku, Lautaro e Sanchez, pure sul gioiellino Sebastiano Esposito. Dopo l'acquisto oneroso di Eriksen, Marotta e Ausilio hanno ritenuto eccessivo fare un ulteriore investimento per un giocatore che viaggia verso i 33 anni.

Infatti tra indennizzo al Chelsea, stipendio e commissioni per gli agenti, il valore potenziale della trattativa si avvicinava sui 23-24 milioni di euro. Decisamente troppi.

Oltre alle quattro punte, in qualche partita Conte tenterà di giocare con un solo attaccante avanzando due trequartisti come Eriksen e Sensi alle sue spalle.

Infermeria piena in vista della trasferta di Udine

Intanto l'infermeria è tornata a riempirsi.

Ieri la squadra ha dovuto affrontare la gara di Coppa Italia contro la Fiorentina in grande emergenza soprattutto nella zona mediana del campo dove oltre a Brozovic e Gagliardini si sono fermati per un affaticamento muscolare anche Borja Valero e Sensi.

Con soli due centrocampisti di ruolo a disposizione, Conte ieri ha dovuto passare al 3-4-1-2 con Sanchez nel ruolo di trequartista. Anche in difesa le cose non vanno meglio con De Vrij, Skriniar e D'Ambrosio alle prese con sintomi influenzali.

Per la sfida di campionato in programma domenica sera a Udine l'Inter spera di recuperare D'Ambrosio, Skriniar e De Vrij oltre a Brozovic e Gagliardini.

Da valutare in questi giorni le condizioni di Sensi e Borja Valero. Mentre Asamoah è ancora fermo ai box per noie al ginocchio e non si conoscono i tempi di recupero.

Segui la nostra pagina Facebook!