La settimana che porta a Cagliari-Parma per gli emiliani è iniziata nel peggiore dei modi. Ieri, infatti, il primo allenamento dopo la sfida con l’Udinese ha portato solo brutte notizie. Si sono fermati per infortunio sia Kulusevski che Sepe i quali vanno ad aggiungersi ad una lunga lista di giocatori già in infermeria. Un vero grattacapo per D’Aversa che sperava di arrivare allo scontro diretto per l’Europa (le due squadre sono sesta e settima in campionato) decisamente in condizioni migliori.

È l’attacco il vero problema ma c’è da capire anche come verrà sciolto il nodo portiere.

Sepe è alle prese con un dolore muscolare che non lascia presagire nulla di buono. Oggi sosterrà nuovi esami clinici, ma l’infortunio sembra grave e così gli uomini di mercato dei ducali stanno cercando una soluzione. E’ in fase molto avanzata la trattativa per portare in Emilia l’ex numero uno del Genoa Radu, scalzato dal ritorno al Grifone di Perin. Se l’affare dovesse concludersi scatterebbe poi la corsa contro il tempo per tesserarlo, altrimenti toccherà a Colombi.

Parma: contro il Cagliari senza Kulusevski e forse Gervinho

In vista del match contro il Cagliari, il Parma dovrà risolvere anche tanti problemi in attacco. Ieri è arrivata la notizia della lesione di primo grado ad un muscolo della schiena per Dejan Kulusevski: l’infortunio non sembra molto grave ma, essendo confermata la lesione, il giocatore potrebbe non essere della gara. Il talentino promesso sposo della Juventus proverà a recuperare in tempo per la sfida contro la Lazio di domenica 9 febbraio.

Fuori dai giochi anche Karamoh: il francese sta migliorando dopo l'infortunio al legamento collaterale del ginocchio che lo ha fermato a inizio novembre. Il programma procede spedito ma, come ha rivelato D’Aversa nei giorni scorsi, ci vorranno ancora due o tre settimane per averlo a disposizione.

Oltre ai due esterni è ovviamente certa l’assenza di Roberto Inglese, operato di recente dopo l’infortunio muscolare e fuori per almeno i prossimi tre mesi.

In fin dei conti l’unico che potrebbe recuperare è Gervinho ma anche in questo caso lo staff medico non vorrà rischiare nulla. Da una decina di giorni l’ivoriano è stato fermato perché a rischio ricaduta dopo i tanti problemi fisici di fine anno. Durante tutta la settimana scorsa ha lavorato a parte come da programma e, anche ieri, ha svolto solo del lavoro personalizzato. L’emergenza però potrebbe costringerlo a forzare i tempi sperando che non ci sia la temuta ricaduta: per lui saranno quindi fondamentali i prossimi giorni.

Cagliari-Parma: le soluzioni offensive di D’Aversa

Poche frecce nell’arco di D’Aversa, quindi, in vista di Parma-Cagliari. Sicuro titolare sarà il centravanti Cornelius mentre è un vero e proprio rebus quello che si presenta davanti all’allenatore dei ducali sugli esterni.

Nel caso in cui Gervinho dovesse farcela partirà lui titolare con dall’altra parte dello schieramento Kurtic, già provato in quel ruolo con l’Udinese. Se invece la freccia ex Roma non dovesse essere dalle gara i problemi aumenterebbero con D’Aversa che potrebbe scegliere Sprocati oppure Kucka nel ruolo avanzato per completare il tridente. Ovviamente in questa settimana D’Aversa lavorerà per cercare soluzioni e, a questo punto, non è nemmeno da escludere un cambio di modulo.

Nessun dubbio in difesa dove tutti gli elementi in rosa stanno bene mentre a centrocampo resta in bilico Barillà alle prese con il solito problema muscolare.

Anche in questo settore molto dipenderà da come verrà imbastito l’attacco, se Kucka e Kurtic dovessero avanzare, in mediana ci sarebbe spazio per Grassi, Hernani e Scozzarella. Senza l'attacco titolare e con il rebus portiere, il Parma prepara l’importante sfida con il Cagliari in mezzo a mille difficoltà.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Fantacalcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!