Il big match della 24esima giornata di campionato di Serie A fra Lazio ed Inter si è concluso con una vittoria degli uomini di Simone Inzaghi. La squadra guidata dal tecnico piacentino ha saputo ribaltare l'iniziale vantaggio interista realizzato dal centrocampista Ashley Young. Nel secondo tempo la Lazio ha prima pareggiato con un rigore di Ciro Immobile ed è poi passata in vantaggio grazie al gol di Milinkovic Savic, migliore in campo del match. Nel post partita il tecnico dell'Inter Antonio Conte a Sky Sport si è soffermato soprattutto sul modo in cui sono arrivati i gol della Lazio, sottolineando come migliorare la gestione di alcuni episodi deve far parte di un processo di crescita da parte della sua squadra.

Ha poi aggiunto che si è trattato di un match equilibrato e che data l'importanza della partita, sono i dettagli che hanno fatto la differenza. Si è poi soffermato in particolar modo sul primo gol (arrivato su rigore dopo un fallo di De Vrij su Ciro Immobile) dichiarando "Ci siamo fatti prendere dalla frenesia, in tante situazioni dobbiamo essere più sereni. Dobbiamo continuare a lavorare per correggere questi difetti, abbiamo ancora tanti margini di miglioramento”.

'Tanta strada da fare se vogliamo pensare di dare fastidio a chi sta davanti'

Lo stesso Antonio Conte ha poi ribadito che "C'è tanta strada da fare se vogliamo pensare di dare fastidio a chi ci sta davanti". Il problema principale secondo il tecnico dell'Inter è la mancanza di personalità in alcune situazioni, soprattutto nella gestione del vantaggio. Come è già capitato contro Borussia Dortmund e Barcellona, la squadra è riuscita a passare in vantaggio ma poi non ha saputo amministrare la partita.

Solo dopo il vantaggio della Lazio con Milinkovic Savic l'Inter è tornata di nuovo a giocare come nel primo tempo. Si è poi soffermato sull'acquisto di Eriksen e sull'inserimento del centrocampista offensivo danese negli schemi della sua squadra. Conte ha sottolineato che bisogna prima di tutto tenere conto degli equilibri, sia in fase difensiva che offensiva, e non si può pensare che un giocatore possa risolvere i problemi.

Ha poi dichiarato che "bisogna continuare a lavorare e a crescere". Il tecnico pugliese però è sembrato molto sereno nonostante la sconfitta ed il terzo posto in classifica, consapevole che la rosa è formata da tanti giovani che hanno bisogno di crescere e di maturare a livello individuale e di squadra.

Le prossime partite dell'Inter

Di certo i prossimi match per l'Inter saranno importanti per capire le ambizioni della squadra di Conte. Giovedì ci sarà il match dei sedicesimi di Europa League alle ore 18:55 contro il Lugoderets mentre domenica 23 febbraio alle ore 20:45 è prevista la partita fra Inter e Sampdoria a San Siro.

In attesa del big match della 26esima giornata di campionato, quando all''Allianz Stadium di Torino gli uomini di Conte affronteranno la Juventus di Maurizio Sarri. Lo scontro al vertice è previsto domenica 1 marzo alle ore 20:45.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!