Con la cessione ormai ufficiale di Mauro Icardi al Paris Saint-Germain, l'Inter inizia a guardarsi intorno per rinforzare il suo parco attaccanti. Il reparto offensivo potrebbe subire una trasformazione il prossimo anno, considerate le voci sempre più insistenti che vorrebbero Lautaro Martinez in partenza verso il Barcellona di Messi. In particolar modo, i nerazzurri starebbero monitorando la situazione di Pierre-Emerick Aubameyang, attaccante classe 1989 di proprietà dell’Arsenal. L'ex calciatore di Milan e Borussia Dortmund non ha ancora rinnovato il contratto in scadenza nel giugno 2021 e potrebbe partire per una cifra sicuramente scontata rispetto al valore dello stesso calciatore.

L'Inter studia le possibili soluzioni offensive

Non solo Lautaro potrebbe lasciare l'Inter nella prossima sessione di Calciomercato. Anche Alexis Sanchez, arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Manchester United, sarebbe sulla lista dei partenti. Tra infortuni e prestazioni non all'altezza del suo lauto ingaggio, Conte potrebbe fare a meno del cileno e chiedere altre soluzioni offensive. Il sogno, come detto, è rappresentato da Aubameyang, A favorire un possibile affondo dell'Inter sarebbe la volontà dell'Arsenal di non perdere a zero tra un anno il calciatore.

Lo stesso club inglese avrebbe fissato il prezzo del cartellino: 30 milioni di sterline, ovvero circa 34 milioni di euro. Una cifra sicuramente non insormontabile per le casse nerazzurre, fresche anche dei 50 milioni di euro ricevuti dal PSG per l'acquisto definitivo del cartellino di Mauro Icardi.

Più complessa è la situazione che riguarda l'ingaggio dell'attaccante, che guadagna attualmente 11 milioni di euro a stagione. Una situazione da monitorare con attenzione nei prossimi giorni e non sono escluse novità a breve.

Cavani è l'alternativa

Molto più raggiungibile sembra essere Edison Cavani.

L'ex attaccante del Napoli è in scadenza con il PSG e non rinnoverà il suo contratto: una ghiotta occasione per molti club di ingaggiare un grande calciatore senza spendere nulla in termini di cartellino. Sull'attaccante c'è anche la forte concorrenza dell'Atletico Madrid e dell'allenatore Simeone, che tanto stima il calciatore e che vorrebbe come terminale offensivo della sua squadra nella prossima stagione.

L'Inter, dunque, sta studiando diverse soluzioni offensive ed è concreta la possibilità di rimodellare interamente il reparto offensivo con la conferma del solo Romelu Lukaku. Il d.s. Ausilio e l'a.d. Beppe Marotta sono al lavoro per costruire la nuova Inter, sempre sotto la guida di Antonio Conte.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!