Dopo il 3-3 rocambolesco di San Siro contro il Sassuolo c'è ancora tanta amarezza nei calciatori dell'Inter per aver gettato al vento una ghiotta opportunità di avvicinarsi alla Lazio seconda in classifica, sconfitta a Bergamo in rimonta dall'Atalanta e alla Juventus capolista.

I gravi errori sotto porta prima di Gagliardini e poi di Candreva, le disattenzioni difensive pagate a caro prezzo sul primo e sul terzo gol, l'ingenuo fallo da rigore concesso da un calciatore esperto come l'ex Manchester United Ashley Young: Conte nel post gara coi neroverdi ha parlato di attenzione ai piccoli dettagli, quelli che sono valsi l'intera posta in palio.

Non c'è tempo però per piangersi addosso: domenica 28 giugno alle ore 21:45 si torna in campo, questa volta al Tardini contro il Parma di Roberto D'Aversa.

I gialloblù vengono dal roboante 4-1 di Marassi contro il Genoa, con Cornelius mattatore del match e in quanto a stato fisico generale della squadra sembra stiano rispondendo piuttosto bene, nonostante i carichi di lavoro delle ultime settimane.

Conte spera nei recuperi di Barella e Brozovic, confermato il 3-4-1-2 delle ultime gare

Il tecnico dell'Inter, insieme al suo staff, valuta le condizioni di Nicolò Barella e Marcelo Brozovic: il centrocampista sardo ha saltato la sfida di mercoledì con il Sassuolo a causa di un leggero affaticamento muscolare, ma con ogni probabilità rientrerà nell'undici titolare già dalla trasferta di Parma.

Per quanto riguarda il regista croato oggi ha svolto lavoro differenziato ed è stato il primo ad uscire da Appiano Gentile: ha qualche chance di entrare nella lista dei convocati ma difficilmente lo si vedrà in campo dal primo minuto. L'ex allenatore del Chelsea, privo degli infortunati Vecino e Sensi e dello squalificato Skriniar, fermato dal Giudice Sportivo per tre giornate e multato 10.000 euro dal club, confermerà per la terza gara di fila il 3-4-1-2.

Tra i pali ci sarà Handanovic, ballottaggio sul centro-destra tra Godin e D'Ambrosio, a dirigere la difesa tornerà de Vrij dopo l'iniziale panchina con il Sassuolo e sul centro-sinistra l'ex di giornata Alessandro Bastoni. Candreva e Young si riapproprieranno delle loro corsie di appartenenza, a centrocampo uno tra Gagliardini e Borja Valero al fianco del quasi certo Barella ed Eriksen sulla trequarti a innescare il tandem Lukaku-Lautaro Martinez con Sanchez a subentrare a match in corso.

D'Aversa con tre dubbi di formazione, colpo di mercato Inter: accordo per Hakimi

Il tecnico degli emiliani D'Aversa dovrà fare a meno dei lungodegenti Inglese e Grassi oltre allo squalificato Iacoponi ma recupererà Darmian, Bruno Alves e Kucka che ieri si sono allenati a parte. Nel 4-3-3 sono tre i ballottaggi: uno è quello tra Laurini e Darmian per il ruolo di terzino destro, in mediana Barillà insidia Kurtic per una maglia da titolare e in attacco Gervinho è braccato dall'altro ex di giornata Karamoh.

Intanto notizia di mercato sul fronte nerazzurro: sarebbe ai dettagli la trattativa con il Real Madrid per il terzino marocchino ora in prestito al Borussia Dortmund Achraf Hakimi, ai blancos andrebbero 40 milioni di euro.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!