La Juventus si rituffa nel campionato dove sabato 17 ottobre alle 20,45 affronterà la neopromossa Crotone. I bianconeri nei prossimi giorni torneranno ad allenarsi al completo dopo il ritorno di tutti i giocatori impegnati in Nazionale. Andrea Pirlo però sta già iniziando a pensare alla formazione da schierare allo Scida e potrebbero esserci alcune novità rispetto alle prime uscite stagionali. A sinistra ancora in dubbio la presenza di Alex Sandro, che migliora ma ancora non ha recuperato al cento per cento dall’infortunio muscolare di metà settembre. Sicura, invece, l’assenza di De Ligt, l'olandese è ancora alle prese con i postumi dell’intervento alla spalla e sarà out fino a novembre.

Juventus, la prima da titolare di Arthur

Le certezze della Juventus in vista del Crotone sono tutte in difesa. Szczesny in porta e il trio composto da Bonucci, Chiellini e Danilo sembrano intoccabili, con buona pace di Demiral che ancora aspetta la sua grande occasione. In mezzo al campo il candidato numero uno alla maglia da titolare è il brasiliano Arthur. L’ex Barcellona questa volta dovrebbe partire titolare e scendere in campo per l’esordio dal primo minuto. In realtà in formazione c’era già per la partita con il Napoli non giocata la domenica prima della sosta.

Sarà lui il metronomo della squadra mentre ci sono ancora dei dubbi su chi sarà il compagno di reparto del carioca. Bentancur rientrerà solamente poche ore prima della sfida e con il lungo viaggio di rientro dall’Uruguay sulle spalle.

Ecco perché il favorito numero uno sembra essere ancora lo statunitense McKennie, super contro la Sampdoria, meno con la Roma. Ancora da sciogliere l'enigma Rabiot, il giocatore al momento è squalificato, ma se il giudice sportivo accordasse il 3-0 a tavolino di Juventus-Napoli tornerebbe a disposizione.

Il regolamento prevede, infatti, che la squalifica venga scontata in caso di omologazione del risultato. Se, invece, si deciderà per il rinvio il transalpino dovrà scontare il turno di squalifica nel match con il Crotone. Il trequartista sarà invece il redivivo Ramsey che con Pirlo ha ritrovato continuità e ispirazione.

Crotone-Juventus: rebus esterni per Pirlo

Ancora tutta da decifrare la situazione sugli esterni del 3-5-2 della Juventus. A Crotone potrebbe rivedersi la stessa coppia che è scesa in campo a Roma. Se Alex Sandro non dovesse farcela, Cuadrado è favorito su Frabotta. Il colombiano si potrebbe adattare ancora una volta a sinistra, porzione di campo che di certo non predilige. La sua esperienza potrebbe però essere premiata, fermo restando il fatto che nella ripresa Frabotta potrebbe entrare per dargli il cambio.

Da sciogliere anche la situazione sull’out di destra. Federico Chiesa, ultimo acquisto del mercato della Juve, scalda i motori, ma mai si è allenato con la sua nuova squadra. Difficile che Pirlo possa lanciarlo nella mischia dal primo minuto, anche perché l’alternativa di valore non manca.

Sulla fascia dovrebbe quindi partire titolare il gioiellino Kulusevski, come già successo con la Roma. Lo svedese ha “gamba” e tecnica per giocare in quella porzione di campo, già solcata a Roma, anche se lontano dalla porta è apparso meno efficace rispetto ai tempi di Parma e alla prima in bianconero con la Sampdoria.

Nessun dubbio in attacco. La coppia titolare sarà formata da Morata e Cristiano Ronaldo, per Paulo Dybala si prospetta un’altra panchina per due semplici motivi. Anche lui come Bentancur sarà a Torino solamente a poche ore dal match e poi con l’Argentina non è mai sceso in campo a causa di alcune noie fisiche. Niente di grave, ma non essendo al cento per cento la Juventus non dovrebbe rischiarlo puntando ancora su Morata e Ronaldo.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!