Dejan Kulusevski si sta piano piano prendendo la Juventus. Il talentino svedese, arrivato per 40 milioni dall’Atalanta dopo l’ottimo campionato di Parma, è stato uno dei fiori all’occhiello della campagna acquisti. In molti lo attendevano alla prova del campo per capire se, nonostante la giovane età, fosse già pronto per il grande salto in una big. Questione che Andrea Pirlo ha subito risolto utilizzandolo titolare nelle prime due uscite stagionali. Kulusevski è da Juve ed è già pronto per essere protagonista.

Kulusevski l’uomo ovunque della Juventus

Piede mancino educatissimo, gran fisico e capacità di corsa unica nella rosa della Juventus, fanno di Kulusevski un vero e proprio jolly, per questo Pirlo gli ha cucito addosso diversi abiti.

Alla prima di campionato contro la Sampdoria, il ragazzo ha giocato prima punta al fianco di Cristiano Ronaldo nel 3-5-2. Scelta dovuta soprattutto alla penuria di attaccanti con Morata che ancora era solo un’idea e Paulo Dybala ai box per infortunio. Da riferimento offensivo ha messo subito il timbro sul tabellino con il primo gol stagionale della Vecchia Signora nella facile vittoria sulla Samp per 3-0. Il problema è che spesso si è trovato spalle alla porta a fare un lavoro “sporco” che non gli si addice più di tanto.

Poi è arrivata la trasferta di Roma e insieme ad essa l’acquisto di Alvaro Morata, subito titolare nonostante i pochi allenamenti. Kulusevski non si è seduto in panchina ma è stato scelto come esterno destro con ampie licenze offensive.

Ha fatto bene, anche se a tratti, ma è sembrato a suo agio soprattutto quando ha avuto davanti tanto campo per “strappare”. Come già fatto vedere a Parma, quando può scatenare la falcata riesce a diventare imprendibile. Il mercato ha però cambiato ancora le gerarchie. Federico Chiesa è giunto a Torino per fare il titolare proprio su quella fascia destra da coprire in tutto e per tutto, sia in fase offensiva che difensiva.

Una nuova vita da trequartista per Kulusevski?

E adesso cosa succederà a Kulusevski? Fermo restando che i due ruoli citati li potrebbe ricoprire anche in futuro, visti i tanti impegni bianconeri, Andrea Pirlo vorrebbe provare il suo jolly nel ruolo di trequartista dietro le punte. La casella è attualmente occupata da Aaron Ramsey, apparso rigenerato dall’arrivo del nuovo allenatore.

Il gallese ha caratteristiche da centrocampista di inserimento, ed è qui che nasce l’idea di piazzare alle spalle degli attaccanti qualcuno più tecnico e magari con tanti gol nelle gambe.

Kulusevski è già stato provato in allenamento e sembra che possa essere proprio la posizione di trequartista quella in cui potrà giocare nei prossimi impegni. Avrebbe meno spazio per azionare la falcata, ma giocherebbe più vicino alla porta, lì dove le partite si decidono. La terza opzione per il numero “10” è quella di arretrare Dybala, un’idea che rischia di sbilanciare tutto l’impianto di gioco e in questo caso di limitare l’argentino. La Joya potrebbe perdersi in un duro lavoro difensivo, come già mostrato verso la fine della gestione Allegri.

Così, con Ramsey rigenerato ma sempre a rischio infortunio, è Kulusevski il candidato più forte come trequartista. Il jolly della Juventus è pronto ad imparare un nuovo ruolo e la sua ecletticità potrebbe spalancargli le porte della formazione titolare davvero tante volte durante la stagione.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!