In questi giorni si sta parlando molto di Dejan Kulusevski in ottica nazionale. La Svezia in questo periodo è impegnata (come tante altre selezioni nazionali) con le gare relative ai gironi della Nations League. Il commissario tecnico degli scandinavi, Janne Andersson, se ai primi di settembre non aveva inserito il giocatore della Juventus tra i titolari contro la Francia, durante la partita dell'11 ottobre persa con la Croazia ci ha ripensato, inserendo Kulusevski dal primo minuto.

Nonostante ciò, sono piovute critiche sul tecnico 58enne che è sembrato quasi obbligato a puntare sul talento juventino, presentandolo tra le altre cose in un ruolo che non sembra valorizzarne al meglio le qualità.

Su tutti, è stato l'ex giocatore Kim Kallstrom a criticare l'allenatore della Svezia ai microfoni di Aftonbladet, affermando che dietro il ripensamento del commissario tecnico svedese ci sono secondo lui delle motivazioni che vanno al di là di quelle legate prettamente al campo.

Andersson ha replicato all'ex centrocampista del Lione, ricordando che lui è solito schierare le formazioni che potenzialmente gli offrono maggiori garanzie per cercare di vincere le partite e lo fa "indipendentemente da ciò che dicono gli ex giocatori della nazionale". Sulla vicenda è intervenuto anche Kulusevski che, dopo il match perso dalla Svezia con la Croazia, ha difeso l'allenatore, sottolineando che ogni volta manda in campo la squadra migliore e che è fondamentale accettare le sue decisioni senza fare troppe discussioni.

Dejan Kulusevski difende il ct Andersson

Il centrocampista della Juventus Kulusevski, dopo la sconfitta della sua Svezia contro la Croazia, ha risposto alle critiche piovute sul commissario tecnico della formazione scandinava, schierandosi dalla sua parte. L'ex Parma ha infatti affermato: "Il ct schiera la squadra migliore e bisogna accettare tutte le sue decisioni".

Di conseguenza, ha aggiunto che può capitare che in alcune circostanze si possa giocare da titolari e che in altre occasioni si parta dalla panchina.

Infine, per provare a spegnere le polemiche relative al suo impiego da parte di Andersson, il giovane centrocampista ha detto che non gli interessa ciò che affermano gli alri.

Kulusevski contro la Croazia è rimasto in campo per 90 minuti ed è stato schierato sulla fascia destra da Andersson nel 4-4-2. La Svezia è stata sconfitta per 1-2 dai croati, passati per primi in vantaggio con Vlasic. Il pareggio momentaneo è stato firmato da Berg, mentre il gol della vittoria della Croazia è stato realizzato da Kramaric.

Svezia: il prossimo impegno con il Portogallo

Mercoledì 14 ottobre la Svezia dovrà vedersela con il Portogallo. Andersson potrebbe dare di nuovo fiducia a Kulusevski, magari schierandolo in una posizione più avanzata per permettergli di essere più efficace in zona-gol. I lusitani invece non potranno contare su Cristiano Ronaldo.

Il campione portoghese infatti è risultato positivo al coronavirus da asintomatico.

CR7 ha subito iniziato un periodo di isolamento fiduciario che, come da protocollo, durerà dieci giorni. Successivamente sarà sottoposto ad un altro tampone per verificare se si sarà negativizzato rispetto alla Covid-19. La Juventus, dunque, dovrà fare a meno del suo fuoriclasse sicuramente contro il Crotone e in occasione dell'esordio in Champions League con la Dinamo Kiev. Invece dovrebbe esserci il 28 ottobre nella gara che vedrà i bianconeri opposti al Barcellona.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!