Il progetto delle formazioni under 23 è stato lanciato in Italia da poche stagioni. L'unica società professionistica che ha voluto investire sulle 'seconde squadre' è stata la Juventus, che anche quest'anno ha allestito una rosa competitiva per il campionato di Serie C. L'anno scorso i giovani dell'under 23 bianconera sono riusciti a conquistare la Coppa Italia di Serie C. L'ambizione di questa stagione è quella di poter lottare fino all'ultimo per la promozione in Serie B.

In queste prime giornate di campionato stanno brillando diversi talenti bianconeri, su tutti Felix Correia ed Elia Petrelli.

Il centrocampista offensivo portoghese è uno dei migliori assist man del campionato, mentre la punta bianconera 19enne ha già all'attivo quattro gol segnati in otto partite. In particolare il centravanti italiano ha siglato una tripletta domenica scorsa in occasione della vittoria 3-2 sulla Pistoiese.

Di lui ha parlato recentemente anche il suo agente sportivo Silvio Pagliari in un'intervista al Corriere di Torino, invitando tutti a lasciar tranquillo Petrelli e allontanando eventuali paragoni "scomodi" con altri giocatori.

Petrelli, il talento del 2001 ha già realizzato quattro gol in otto match in under 23

Le statistiche di inizio stagione 2020-2021 per Elia Petrelli parlano di quattro gol in otto partite in Serie C. L'avventura di Elia Petrelli nella Juventus Under 23 sembra iniziata alla grande, dopo la trafila nelle giovanili bianconere.

La punta classe 2001 si sta dimostrando un giovane di grande potenzialità e sarebbe già stato adocchiato dal tecnico della prima squadra Andrea Pirlo. D'altronde quest'ultimo sin dall'inizio delle sua esperienza da allenatore della Juventus ha dimostrato di avere fiducia nei giovani, lanciando come titolari Frabotta (classe 1999) e Portanova (classe 2000).

Su Petrelli si è soffermato il suo agente sportivo Pagliari.

'Umiltà e sacrificio'

In un'intervista al Corriere di Torino Silvio Pagliari ha dichiarato: "Evitiamo qualsiasi tipo di paragone con un mostro sacro come Cristiano Ronaldo". Ha poi aggiunto che la Serie C rappresenta una palestra importante per Petrelli per farsi le ossa e per valorizzare le sue potenzialità.

Pagliari ha invitato il suo giocatore a lavorare con umiltà e sacrificio, poi ha sottolineato come la Juventus sia molto attenta nel valutare i giovani, ma è importante impegnarsi al massimo in under 23.

In una stagione anomala come quella attuale, condizionata dall'emergenza sanitaria da coronavirus, potrebbero presentarsi diverse opportunità per i giovani in prima squadra. Fra i ruoli che necessitano di alternative nella rosa bianconera c'è proprio quello di punta centrale. Manca infatti una vera alternativa ad Alvaro Morta. Per Petrelli quindi sarà importante continuare ad essere decisivo in under 23 per farsi trovare pronto ad un'eventuale convocazione in prima squadra.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!