Anche il mondo del calcio in questi mesi non è stato risparmiato dalla crisi economica che ha investito gran parte delle economie mondiali. La chiusura degli stadi, i mancati guadagni dalla vendita dei biglietti e la conseguente diminuzione di intese su sponsorizzazioni stanno pesando e non poco sui bilanci delle società.

Nonostante la situazione generale poco florida, nelle ultime ore è arrivata una notizia importante per la Juventus. La società bianconera infatti ha firmato una nuova intesa commerciale con l'azienda automobilistica Jeep. In tre anni i bianconeri andranno a percepire un totale di 135 milioni di euro, suddivisi in 45 milioni per ogni stagione.

Questo significa nuova disponibilità economica per la Juventus, un passo importante non solo per sistemare le finanze bianconere, ma anche per garantire ulteriori investimenti sul mercato.

L'intesa fra Jeep e Juventus

"Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver raggiunto con FCA Italy S.p.A. l’accordo per il rinnovo della sponsorizzazione della maglia di gara per le stagioni sportive 2021/22, 2022/23 e 2023/24".

Questo il contenuto della nota pubblicata dalla società bianconera sul proprio sito internet, che ufficializza la nuova intesa commerciale con l'azienda automobilistica Jeep. Sempre nella nota viene specificato che la somma da 45 milioni di euro a stagione potrà variare in base ai risultati sportivi che raggiungerà la squadra bianconera.

I commenti di Ziliani e Bellinazzo sull'intesa commerciale Jeep-Juventus

Tale notizia, oltre a far felici i tifosi della Juventus, ha scatenato anche la reazione di alcuni addetti ai lavori. Il giornalista sportivo Paolo Ziliani ha dichiarato ironicamente: "Deve essere stata una trattativa difficile". Evidente il riferimento del giornalista al fatto che la Jeep sia un'azienda controllata dagli Agnelli, che sono pure i proprietari della Juventus.

Non è mancata neppure la considerazione di Marco Bellinazzo, giornalista esperto di economia e finanza. Quest'ultimo ha dichiarato che tale intesa commerciale è consentita dalle regole sul Fair Play finanziario, in quanto la Uefa "ammette di fatto introiti da parti correlate fino a un terzo dei ricavi totali (per la Juve 400 milioni escluse le plusvalenze)".

Inoltre sul tema non sono mancate le ironie sui social network da parte di alcuni tifosi di squadre rivali dei bianconeri.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!