Il Milan continua a vivere il suo momento magico mantenendo il primo posto in classifica davanti all'Inter di Antonio Conte. I rossoneri sono riusciti ad uscire vittoriosi dalla trasferta di Cagliari, ma il prezzo della vittoria potrebbe essere molto caro. L'allenatore Stefano Pioli dovrà fare i conti con due assenze certe per il prossimo match, cioè quelle di Romagnoli (il giocatore era diffidato) e Saelemaekers, con il belga che è riuscito a farsi espellere nel giro di pochi minuti. Purtroppo, però, non sono le uniche due assenze per Pioli, infatti all'intervallo Simon Kjaer ha dovuto alzare bandiera bianca a causa di un problema muscolare.

Milan, le ultime sulle condizioni di Kjaer

Il Milan sarà sicuramente in ansia per le condizioni di Simon Kjaer in vista della gara di sabato contro l'Atalanta con il difensore centrale uscito per infortunio contro il Cagliari. A pochi minuti dall'intervallo c'è stato un brutto momento per la squadra rossonera, nel quale Romagnoli è stato ammonito e salterà la partita contro l'Atalanta per aver accumulato troppe ammonizioni e il centrale danese ha subito un infortunio. Pioli è stato costretto ad apportare un cambiamento durante l'intervallo del match quando Kjaer ha lasciato il posto a Pierre Kalulu, con diversi giornalisti che hanno riferito che il danese stava soffrendo di mal di schiena. Secondo quanto riportato da 'MilanNews', Kjaer è stato costretto a lasciare il campo per un problema al nervo sciatico.

Si attendono nelle prossime ore ulteriori aggiornamenti sulle sue condizioni. Matteo Gabbia dovrebbe saltare la partita di sabato, così come il quartetto positivo alla Covid composto da Rade Krunic, Ante Rebic, Hakan Calhanoglu e Theo Hernandez - con Saelemaekers e Romagnoli da aggiungere alla lista delle assenze per squalifica.

Milan, Zlatan entusiasta dell'arrivo di Mandzukic

Ibrahimovic è stato assoluto protagonista della vittoria contro il Cagliari realizzando una doppietta e consentendo rossoneri di essere in testa a metà stagione grazie al successo per 2-0 contro i sardi. Il suo primo gol è arrivato dal dischetto dopo che era stato buttato giù dall'avversario, e il secondo è stato un delizioso tiro di sinistro dopo un meraviglioso passaggio filtrante di Calabria.

Ibrahimovic è stato intervistato da Sky Italia dopo la partita, e ha iniziato commentando la sua prestazione. “Ho dovuto segnarne un altro, ci sono voluti due per vincere. È stata una partita difficile, non ho giocato per 57 giorni, mi dispiace. Può succedere. In uno in meno non è facile giocare, contro una squadra contro la quale è difficile giocare", ha detto. Sui giovani intorno a lui: "I giovani mi motivano, mi sfidano a vedere chi corre di più, non mi arrendo e dimostro che posso correre come loro. “Stiamo andando bene, siamo quasi a metà stagione. Adesso iniziano le partite più difficili. Sarà un calendario molto duro, ma con Mandzukic, Meité, non so se arriveranno altri. Più giocatori disponibili per l'allenatore, possono aiutare ". Su Mandzukic: "Sono felice, quindi ne abbiamo due che spaventano i nostri avversari".

Se crede allo scudetto: "Io credo in me, a Zlatan". Sul potenziale rinnovo: “Dipende da lui, da Paolo. Sono molto contento al Milan. Questo ritorno al Milan mi ha cambiato molto, sono molto contento ".

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!