In questi giorni si è parlato molto di un possibile ritorno di Maurizio Sarri su una panchina di Serie A. Il tecnico toscano infatti sarebbe stato avvicinato alla Roma, considerando la posizione traballante dell'allenatore portoghese Paulo Fonseca. Attualmente però sarebbero altri i candidati alla panchina romana, su tutti Massimiliano Allegri e Daniele De Rossi. A proposito di Sarri, in questo momento non avrebbe fretta di ritornare ad allenare. Il suo contratto con la Juventus scade a giugno 2021. Inoltre il tecnico toscano dovrà ricevere una penale di 2,5 milioni di euro per il mancato rinnovo fino a giugno 2022.

Nell'intesa fra Sarri e la Juventus stipulata nell'estate 2019 infatti si è stabilito che se la società bianconera non dovesse esercitare l'opzione di rinnovo per la stagione 2021-2022, sarà costretta a pagare un ulteriore indennizzo a Sarri di 2,5 milioni di euro. Per questo, è probabile che l'ex allenatore del Chelsea aspetti la prossima stagione per ritornare ad allenare.

Sarri potrebbe ritornare su una panchina dalla prossima stagione

Maurizio Sarri potrebbe quindi non accettare eventuali offerte importanti a stagione in corso anche per motivi contrattuali. L'idea del tecnico toscano è infatti aspettare la naturale scadenza del suo contratto con la Juventus, prevista a giugno 2021. Negli ultimi giorni è stato avvicinato alla panchina della Roma ma anche a quella del Napoli.

Possibile che tali opportunità possano ripresentarsi la prossima estate. La società di Friedkin infatti sta valutando la possibilità di affidare la panchina ad Allegri ma anche ad un traghettatore come De Rossi. Anche a Napoli ancora non è arrivata l'ufficialità del rinnovo di contratto di Gattuso. Tale attesa lascia pensare che De Laurentiis non sia particolarmente soddisfatto del lavoro del tecnico calabrese.

Per questo potrebbe definirsi un clamoroso ritorno di Sarri sulla panchina della squadra campana.

La situazione panchine in Europa

Allegri potrebbe essere una possibilità per la Roma ma anche per il Real Madrid. La posizione di Zidane nella società spagnola non sembrerebbe essere salda. La recente uscita della squadra spagnola dalla Coppa del Re contro una squadra della terza serie avrebbe acuito i malumori del presidente Florentino Perez.

Oltre a Massimiliano Allegri il Real Madrid starebbe valutando anche tecnici come Raul e Gallardo. Per quanto riguarda invece il Barcellona, l'eventuale permanenza di Koeman sulla panchina catalana dipenderà dalle prossime elezioni presidenziali. Sarà quindi il nuovo presidente a decidere se continuare con il progetto sportivo avviato la scorsa estate dal tecnico olandese o se cambiare guida tecnica in vista della prossima stagione.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!