Il prescelto per la panchina del Real Madrid sarebbe un "cavallo di ritorno: secondo alcune indiscrezioni arrivate dalla Spagna il presidente Florentino Perez vorrebbe di nuovo Carlo Ancelotti. Il tecnico emiliano, che allena l'Everton da dicembre 2019 dopo l'esonero dal Napoli, avrebbe superato tutti gli altri candidati e sarebbe pronto a tornare nel club madridista a sei anni di distanza dalla separazione.

Secondo il quotidiano spagnolo Marca, nelle prossime ore potrebbe arrivare l'annuncio del sostituto di Zinedine Zidane. Ancelotti ha un contratto fino al 2024 con l'Everton, ma la squadra inglese sarebbe già stata avvisata del possibile addio.

La trattativa fra Carletto e il Real sembrerebbe davvero molto vicina alla conclusione.

Ancelotti e il Real Madrid

Il rapporto fra Carlo Ancelotti e il Real Madrid è davvero molto particolare. Nell'estate 2015 il presidente Florentino Perez non si era fatto tanti problemi e aveva deciso di esonerare il tecnico di Reggiolo, che appena 12 mesi prima gli aveva regalato la tanto ambita Décima Champions League per i blancos. Arrivato a Madrid nel 2013, nella prima stagione Carletto aveva conquistato con il Real il massimo riconoscimento europeo e la Coppa del Re.

Mentre l'anno seguente non si era ripetuto in Europa, vincendo solo la Supercoppa Europea e il Mondiale per Club. Nessuna Liga è stata vinta nel suo biennio, nel quale ha ottenuto un terzo e un secondo posto in campionato.

L'addio dopo quei 24 mesi insieme aveva sorpreso tutti, ma poi nelle annate successive il Real Madrid era stato capace di vincere tre Champions League consecutive nel primo mandato di Zinedine Zidane [VIDEO].

Ora dopo che nelle ultime tre stagioni le merengues non sono riuscite a conquistare per la quattordicesima volta la "coppa dalle grandi orecchie", Zizou ha deciso di separarsi dal club madridista. Il Real ha concluso l'ultima stagione senza nessun un titolo, secondo a due punti dai cugini dell'Atletico Madrid in campionato e fuori in semifinale di Champions per mano del Chelsea.

Per il Real Madrid è giunto il tempo di cambiare e Ancelotti sarebbe considerato l'uomo giusto per tornare a vincere secondo il presidente Perez. Nelle ultime sei stagioni lontano dalla capitale spagnola, Carletto non ha più vinto la Champions League e ha avuto due brevi esperienze con Bayern Monaco (vincendo una Bundesliga) e Napoli (venendo esonerato a dicembre 2019). Subito dopo la fine dell'avventura partenopea, si è accasato all'Everton con l'idea di restare per cinque stagioni e cercare di riportare in alto la seconda squadra di Liverpool, che sta costruendo anche il nuovo stadio. Le due annate di Premier League di Ancelotti con l'Everton si sono chiuse al 12° e al 10° posto.

Novità video - Real Madrid vuole Ancelotti: è favorito per la panchina
Clicca per vedere

Gli altri candidati

Sono circolati tanti nomi negli ultimi giorni sul possibile nuovo allenatore del Real Madrid.

In primis era girato quello di Massimiliano Allegri, che ha poi deciso di tornare alla Juventus dopo essere stato fermo due stagioni. Subito dopo il candidato principale era diventato Antonio Conte, fresco di rescissione dal contratto che lo legava all'Inter, con cui aveva appena vinto lo scudetto. Anche Mauricio Pochettino è stato indicato da più parti come possibile alternativa, dato che il suo rapporto con il Psg potrebbe terminare.

Uno fra Conte e Pochettino potrebbe a questo punto diventare il nuovo tecnico del Tottenham.

Inoltre, per il presidente Perez ci sarebbe stata anche la forte tentazione di consegnare la panchina a Raul, leggendaria bandiera del Real Madrid, che sta allenando la squadra B dei Blancos.