La Juventus è attesa da un 2023 impegnativo non solo dal punto di vista ma anche giudiziario. Come è noto la società bianconera è indagata per le note vicende riguardanti le presunte plusvalenze fittizie e il possibile falso in bilancio sulle quali stanno indagando la Procura di Torino e la Consob. Di recente una trasmissione televisiva 'Report' ha voluto approfondire alcune tematiche sulla società bianconera, che però ha risposto con una nota ufficiale dichiarando che una valutazione sulla Juve dovrà essere fatto nelle sedi opportune e non tramite programmi televisivi.

A parlare dell'argomento è stato anche Luciano Moggi. Ospite nel programma radiofonico 'La città del pallone' su Radio Kiss Kiss l'ex direttore generale della Juventus ha voluto tranquillizzare i tifosi bianconeri in merito ad una possibile retrocessione della società bianconera in Serie B in merito ai possibili reati riguardanti le presunte plusvalenze fittizie e il possibile falso in bilancio.

Moggi ha dichiarato che la Juventus al massimo rischia uno o due punti di penalizzazione. Moggi ha parlato anche di Calciopoli in riferimento alla famosa chiavetta usb consegnata al presidente Agnelli nell'assemblea degli azionisti di fine dicembre. Secondo l'ex direttore generale della Juventus nel 2006 l'avvocato della società bianconera patteggiò per la Serie B incolpando la vecchia dirigenza della società bianconera, ovvero Moggi, Giraudo e Bettega.

Luciano Moggi ha dichiarato che la Juventus rischia uno o due punti di penalizzazione per le vicende giudiziarie

'La Juventus al massimo rischia uno o due punti di penalizzazione, ma la storia della retrocessione è una barzelletta'. Queste le dichiarazioni di Luciano Moggi a Radio Kiss. L'ex direttore generale della società bianconera è ritornato su Calciopoli aggiungendo: 'Quando andai via dalla Juventus nel 2006 l'avvocato della Juventus patteggiò per la Serie B incolpando la vecchia dirigenza'.

Sull'argomento Moggi in precedenti interviste aveva dichiarato che se la società bianconera avesse fatto ricorso al Tar nel 2006 avrebbe potuto evitare la Serie B. Nella famosa chiavetta usb consegnata da Moggi ad Agnelli spiccano delle intercettazioni in cui sono protagonisti anche ex dirigenti di Milan e Inter che parlano con i designatori degli arbitri prima di Calciopoli Pairetto e Bergamo.

Luciano Moggi si è complimentato con il Napoli per la vittoria contro la Juventus

L'ex direttore generale della Juventus Moggi ha voluto parlare anche della sconfitta dei bianconeri contro il Napoli elogiando il lavoro della società campana. A tal riguardo ha dichiarato: 'Dopo venerdì ho mandato un messaggio a De Laurentiis facendogli i complimenti per la vittoria, ma soprattutto per come gestisce la sua società'. Su Kvaravskhelia ha aggiunto che secondo lui vale almeno 100 milioni di euro.