Voglia di vedere il nuovo phablet Samsung? Forse non si dovrà aspettare tanto. Dal sito Korea Herald's, infatti, si apprende che la casa sudcoreana potrebbe presentare il nuovo Samsung Galaxy note 8 già ad agosto, bruciando quindi sul tempo la rivale di sempre Apple, prima che questa presenti in autunno il nuovo IPhone 8.

Delle caratteristiche tecniche del device ancora si sa molto poco. Scontato che Samsung debba presentare un device ancora migliore rispetto agli Smartphone S8 ed S8 Plus, anche se il nome Note richiama ben altra vicenda. Oggi al nome Samsung si possono associare due cose: la prima, come detto, è l'ottimo ma non impeccabile Galaxy S8, device di altissimo livello che, come sempre, ha segnato record di recensioni e acquisti.

La seconda, decisamente meno felice, riguarda il Note 7, il phablet della casa sudcoreana con sede a Seoul, che si è guadagnato una pessima reputazione a causa della sua batteria che, a causa di un grave sbaglio in fase di progettazione, correva il rischio di esplodere, costringendo Samsung al ritiro dal mercato del device e obbligando diverse compagnie aeree, soprattutto americane ma non solo, a non accettarlo a bordo.

Le (probabili) caratteristiche del Note 8

Ciò che del device si mormora è che dovrebbe avere un display Infinity Edge da 6,2 pollici stondato ai bordi e con una proporzione di 18,5:9, quindi simile al Galaxy S8 Plus, e studiata per maneggiare un device così grande anche con una sola mano.

Sembra scontata, non tanto per indiscrezioni ma per le tendenze di mercato, anche una fotocamera a doppio sensore, con la possibilità che questa ospiti anche un sensore Wide Angle come quello visto su LG G6

Interessante sarà osservare anche l'aspetto sicurezza. Il riconoscimento facciale di S8 ed S8 Plus non era un granché, e Samsung ha dovuto lavorare per affinare questo aspetto.

Lecito aspettarsi un sensore che funzioni meglio già all'uscita su questo Galaxy Note 8. Tutto tace invece intorno alla CPU deputata a muovere il device. Sia le indiscrezioni basate su un chip Exynos, prodotto direttamente da Samsung, sia quelle sullo Snapdragon 836 sembrano valide. Ciò che è certo è che ci troveremo di fronte ad un device in grado di far registrare un punteggio altissimo su AnTuTu, forte anche dei suoi probabili 6GB di RAM.

Particolare cura, è certo, sarà posta nel reparto batteria e ricarica del device. Un'altra figuraccia come quella del Galaxy Note 7 sarebbe deleteria per la compagnia che, naturalmente, si augura di risollevare la situazione della propria gamma phablet con il nuovo dispositivo. Solo il tempo saprà dirci come andrà.

Segui la pagina Smartphone
Segui
Segui la pagina Samsung
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!