John All, un professore di 44 anni che insegna al Western Kentucky University, ha vissuto un'esperienza che certo non dimenticherà molto facilmente. Esperto alpinista, da sempre la sua passione è la montagna e non perde mai l'occasione di una scalata, ma i ghiacciai riservano sempre molte insidie, e chissà se dopo quello che gli è accaduto continuerà a praticare il suo sport preferito.

La caduta e le ferite

L'alpinista, durante una scalata in Nepal, è accidentalmente caduto in un crepaccio, precipitando per 70 metri.

Pubblicità
Pubblicità

Credendo di essere spacciato, e di avere ormai le ore contate, ha girato alcuni video che ha postato su Facebook. Le immagini da lui girate sono veramente scioccanti soprattutto se si pensa alla condizione in cui si trovava John. Il professore infatti nella caduta ha riportato diverse ferite. Alcune anche gravi. Ma nonostante le costole rotte, un braccio fratturato e diverse escoriazioni sanguinanti sul viso, che sono tra l'altro ben visibili nei selfie da lui girati, ha voluto far conoscere al mondo intero la sua situazione.

Selfie d'autore: John gira un video dopo la caduta
Selfie d'autore: John gira un video dopo la caduta

Un video da brivido e l'arrivo dei soccorsi

Stringendo i denti, e sopportando il dolore, All, è riuscito a risalire il crepaccio da cui era precipitato, e raggiungere così il suo accampamento. In attesa dei soccorsi, che sarebbero arrivati la mattina dopo, per ingannare il tempo ha girato questo video da brivido e l'ha poi postato su Facebook, inutile dire che in pochissimo tempo ha ricevuto migliaia di clic. L'avventura di John All si è conclusa fortunatamente con un lieto fine, non ha infatti riportato lesioni permanenti, anche se forse qualcosa gli sarà rimasta di questa spaventosa avventura.

Pubblicità

Leggi tutto e guarda il video