Alfano: individuato l'assassino di Yara Gambirasio. Non si scompone il nostro ministro degli interni. Siamo in una fase delicatissima dell'indagine, afferma quest'ultimo.

Rintracciato grazie alla mappatura genetica della zona, l'assassino sarebbe un giovane della provincia di Bergamo. "Nelle prossime ore saranno rivelati nuovi dettagli". Il ministro ringrazia tutti per la collaborazione. "Ora l'assassino ha un volto".

Avrebbe quindi un volto l'assassino della ragazzina di Brembate, scomparsa il 26 novembre 2010, e trovata cadavere 3 mesi dopo, in un campo vicino a una discoteca.

All'uomo, che sembra abbia 40 anni e tre figli, si è arrivati partendo dalla madre, che avrebbe avuto una relazione clandestina con un autista di pullman deceduto 10 anni fa, di cui si era ritrovato il profilo genetico sugli indumenti di Yara. L'assassino si sarebbe ferito con un coltellino nel tentativo di togliere gli indumenti a Yara.

La compatibilità dell'assassino è provata al del 99,99999987. Con questa probabilità l'uomo sarebbe il figlio illegittimo dell'autista di Gorno, morto nel 1999 e riesumato per ottenere un prelievo del dna.

All'autista si era arrivati tramite il prelievo del dna ad alcuni ragazzi frequentatori della discoteca di Chignolo d'Isola, adiacente al campo in cui è stata trovata morta tre anni fa la ragazzina.

Non c'entrerebbe nulla quindi Mohammed Fikri, unico indagato, individuo collegato alla pista del cantiere di Mapello.

Adesso il presunto assassino è in stato di fermo in una caserma dei Carabinieri di Bergamo. Per ora non ci sarebbero altre indiscrezioni. Dobbiamo aspettare le prossime ore per avere notizie più dettagliate

Segui la nostra pagina Facebook!