Si chiama Danut Garbus, nazionalità rumena e ha trentaquattro anni. Nel pomeriggio di ieri è stato fermato dagli agenti di Polizia di Stato del Commissariato di Martina Franca, in provincia di Taranto, poiché in possesso di un'ascia e di un coltello che aveva ben occultati addosso, tra i vestiti. L'uomo era in compagnia di un altro connazionale, quando alla vista degli agenti, impegnati nei controlli e prevenzione sul territorio, se n'è separato proseguendo per conto suo, per evitare un controllo facendo perdere le tracce del suo connazionale.

In accordo con quanto riportato dal Corriereditaranto.it, l'atteggiamento di allontamento dei due uomini di nazionalità rumena, ha insospettito gli agenti di polizia, che hanno fermato Garbus chiedendogli i documenti.

L'uomo risponde di non avere documenti con sè, ma la cosa che ha ancora di più insospettito gli agenti, è che questo indossasse un pesante giubbotto di pelle, nonostante l'alta temperatura, e che tenesse la mano all'altezza della cinta dei pantaloni.

Essendosi perse le tracce dell'altro connazionale, gli agenti di Polizia, procedono ad un controllo, rinvenendo sulla persona un'ascia occultata nei pantaloni, con manico lungo la gamba e lama all'esterno della cinta. Ancora, lungo la gamba in un calzino, era nascosto un coltello, sicuramente arnesi pronti per essere afferrati ed utilizzati. La vicenda è avvenuta in Piazza Sant'Antonio a Martina Franca. L'ascia e il coltello sono stati sottoposti a sequestro, l'uomo è stato arrestato e condotto nella casa circondariale di Taranto.

Segui la nostra pagina Facebook!