E' di nuovo guerra mafiosa? O è solo qualche scheggia impazzita che pone in essere vendette regolando i conti facendosi giustizia da sè? Sta di fatto però che da qualche tempo si sono registrati a Siracusa episodi di violenza dall'indubbio stile mafioso e pare che le forze dell'ordine e la Dia di Catania in particolare stiano indagando per capire da dove nascano questi, per adesso, sporadici episodi, l'ultimo dei quali si è consumato nella giornata di sabato 6 settembre quando un centauro killer ha accostato un uomo, della cui identità ancora non si sa nulla, ferendolo all'addome con un colpo d'arma da fuoco.

Già qualche giorno addietro, colpi di pistola versione far west erano stati esplosi da un killer in moto il quale, in una zona frequentata della città di Siracusa, colpiva ai testicoli la vittima. Le testate giornalistiche siciliane già immaginano una riorganizzazione dei clan mafiosi a seguito del rilascio di alcuni esponenti di spicco delle diverse famiglie che detengono gli affari illeciti della provincia. Noi speriamo che si tratti soltanto di episodi che nulla abbiano a che vedere con la ripresa violenta e la spartizione del territorio posta in essere dalla mafia.

Rese dei conti? Vendette su commissione? Avvertimenti mafiosi? La città di Siracusa indubbiamente sta vivendo un periodo di particolare esposizione a livello nazionale. Considerata una perla del Mediterraneo, è stata riscoperta da attori, da cantanti, da stranieri, da vip e da miliardari; sta realizzando una delle opere incompiute da anni quale il porto turistico; è stata scelta come scenario da importanti registi per la realizzazione di film e spot pubblicitari che hanno fatto il giro del mondo.

Insomma una rinascita positiva che forse sta attirando l'attenzione per interessi abbandonati ormai da troppo tempo o è tutta immaginazione nostra e dei giornalisti? Staremo a vedere continuando a sperare però che presto tutto si riduca a periodi che facilmente dimenticheremo per il bene della nostra bella città.

Segui la nostra pagina Facebook!