Fin da bambina aveva subìto continue violenze sessuali da parte di un padre - orco, e nonostante numerose denunce, nessuno le aveva mai creduto e quell'uomo era sempre rimasto a piede libero. Soltanto adesso, dopo anni ed anni di sofferenze e un figlio nato da quei numerosi stupri, Sarah, una giovane londinese, ha ottenuto giustizia e le è stato riconosciuto un risarcimento da 160 mila sterline. Oggi Sarah ha 25 anni e il suo inferno è iniziato all'età di 10 anni, quando era ancora una bambina. In tutto il periodo in cui è rimasta nelle grinfie del padre, ha dovuto subire circa 1000 stupri. Inoltre, prima di dare alla luce il suo bimbo, è rimasta incinta altre due volte e ha sempre spiegato ai servizi sociali che i bambini che portava in grembo non potevano essere altro che il frutto delle violenze sessuali paterne. Ma nessuno la stava ad ascoltare.

All'età di 17 anni, stanca di quella vita infernale, Sarah decide di andarsene di casa per iniziare una relazione ed una convivenza con un coetaneo. Nel frattempo scopre di essere incinta e, convinta che il nascituro sia figlio del ragazzo con cui è andata via, lo mette al mondo. Soltanto a 4 anni di distanza dalla nascita del bimbo, lo sottopone al test del DNA e lì avviene la macabra scoperta: il figlio è del padre stupratore. Sarah spiega di amare incondizionatamente il bambino, anche se riporta un dettaglio inquietante: "ogni volta che lo guardo in faccia rivedo mio padre". Il piccolo ha dei problemi di apprendimento, forse causati dal rapporto tormentato fra lui e la madre, dato che quest'ultima è condizionata dal ricordo delle violenze subite che hanno portato alla nascita del pargolo.

Sarah in tutti questi anni non si è mai arresa e ha continuato a lottare affinché le sue denunce fossero riconosciute e venisse fatta giustizia. Finalmente, dopo tanto tempo e molta disperazione, la legge le ha dato ragione e ha sancito che le venga versato un risarcimento da 160 mila euro. Questa vittoria non lenirà mai le sofferenze patite da quella che allora era una bambina, il cui padre le ha rovinato l'infanzia stuprandola, ma probabilmente potrà darle un pizzico di serenità in più, consentendole di crescere al meglio suo figlio, al quale non sa ancora se un giorno racconterà la sua triste storia.

Segui la nostra pagina Facebook!