Geneva Robinson, una donna di 49 anni, è stata arrestata ad Oklahoma City, negli Stati Uniti d'America, per maltrattamenti e violenze su minori.La donna si sarebbe vestita da strega con una maschera verde e spaventava, picchiava e torturava la nipotina di appena sette anni perché, a suo avviso, si comportava male e non riusciva a gestirla. La situazione è venuta a galla quando la donna ha portato la piccola nipotina all'ospedale ed ha riferito che si era fatta male sfuggendo al suo controllo.I dottori, fortunatamente, si sono immediatamente resi conto che c'era qualcosa che non andava dato che la piccola presentava diversi segni di abusi come lividi, ustioni, graffi, contusioni ed escoriazioni sull'intero corpo.

Inoltre, sulle caviglie e sui polsi la bimba presentava delle ferite molto profonde, tali da far pensare che la piccola fosse stata legata a lungo e per molto tempo.

I dottori hanno chiamato immediatamente la polizia e, tramite una psicologa hanno tentato di farsi raccontare cosa fosse successo dalla bambina.E proprio in quell'occasione la piccola si è aperta ed ha raccontato il tragico dramma che ha dovuto subire. La nonna, per punirla, la portava nel garage, vestita da strega, indossando una maschera verde e si faceva chiamare Nelda.

Nel garage, torturava la povera bimba con ogni tipo di tortura. Legava la nipotina con dei guinzagli al soffitto e la picchiava, frustava e minacciava con un coltello alla gola e la legava persino a terra senza cibo ed acqua, lasciandola digiuna per giorni interi. Le forze dell'ordine hanno subito perquisito la casa della donna ed hanno trovato i guinzagli, il costume da strega, la maschera e la frusta, come aveva raccontato la bambina.

In casa con la nonna vivevano altri tre nipotini, che sono stati interrogati ed hanno confermato le violenze che si verificavano, quotidianamente, in casa.Geneva Robinson è stata immediatamente arrestata e portata in prigione in attesa del processo nei suoi confronti che dovrebbe iniziare a breve.

Segui la nostra pagina Facebook!