La protesta anti - immigrati dei residenti di Tor Sapienza, a Roma, è diventata una vera e propria guerriglia, sfociata in duri scontri con la polizia. Intorno alle 22:30 di martedì 11 novembre, circa duecento persone si sono riversate in strada per protestare contro il centro di accoglienza per rifugiati politici che si trova in zona, posto all'interno di numerosi appartamenti in via Giorgio Morandi. La protesta ben presto è sfociata in una sorta di rivolta, con conseguenti scontri con la polizia e vari feriti.

I residenti protestano per la presenza degli immigrati, accolti nelle case di cui è costituito il centro d'accoglienza. Secondo gli abitanti di Tor Sapienza, la convivenza con queste persone risulta molto difficile poiché non c'è alcun controllo e negli ultimi tempi ci sarebbe stato un preoccupante aumento di fenomeni di illegalità. I manifestanti lamentano che, all'interno del centro, arrivino persone di ogni genere, soprattutto delinquenti e criminali e la prova sarebbe nella vertiginosa crescita di rapine e furti in breve tempo. L'esasperazione, poi, è sfociata in violenta protesta quando si è diffusa la voce - al momento non confermata - di un tentativo di violenza sessuale da parte di un immigrato.

Le rimostranze dei residenti di Tor Sapienza sono andate avanti tutta la notte e si sono trasformate in aperta rivolta, con automobili e cassonetti bruciati. Sul posto è intervenuta anche la Celere, verso la quale è stata lanciata una vera e propria sassaiola. Ecco perché tra i poliziotti ci sono stati circa dieci feriti e anche qualche manifestante ha riportato danni al culmine degli incidenti. Tra gli agenti di polizia, uno è stato ricoverato con una frattura ad un braccio, mentre è rimasto coinvolto pure un videoperatore. Le forze dell'ordine hanno scoperto che qualche facinoroso ha approfittato della veemente protesta per infiltrarsi ed effettuare atti di vandalismo. Al termine degli scontri, sul posto è arrivata anche la polizia scientifica. In questo momento non si registrano ulteriori disordini, ma c'è lo stato di massima allerta per una situazione di emergenza che, nel quartiere Tor Sapienza tende a degenerare ora dopo ora.