Il caso della scomparsa misteriosa della mamma di Costigliole è a una svolta: la Stampa ha rivelato che dalle analisi delle inquirenti il corpo di Elena Ceste è stato spostato e nascosto nel luogo del ritrovamento e chi ha occultato il cadavere ha cercato di coprirlo con rami e terra: "Quindi è certo che Elena Ceste sia deceduta in un altro luogo, anche se non si può ancora dire con sicurezza come sia morta".

Il quotidiano ha reso noto che gli investigatori hanno concluso le ricerche condotte con una tecnica innovativa che permette di scavare a grandi profondità nel fango con una piccola benna nel canale Rio Mersa dell'Isola di Asti, dove dopo 9 mesi è stato ritrovato il 18 ottobre il cadavere di Elena Ceste e dove sono emerse quasi tutte le parti del cadavere, come le mani i piedi e frammenti del collo.

Tuttavia dopo la testimonianza anonima mandata in onda a Domenica Live dove hanno rivelato che la morte della donna è un omicidio economico, i genitori di Elena hanno riferito agli inquirenti che una settimana prima di morire, la domenica del 3 novembre Elena Ceste aveva confessato che il suo matrimonio non andava bene.

Inoltre i genitori hanno voluto precisare che la figlia non era depressa né faceva uso di psicofarmaci e che nella sua vita non ha mai sofferto di allucinazioni, e la versione è stata confermata anche dal medico di famiglia Mario Cozzolino, il quale ha dichiarato di aver visto Elena il pomeriggio prima della sua scomparsa e di averla trovata tranquilla e serena come sempre. Le dichiarazioni dei genitori hanno smentito le testimonianze degli amici del marito e di Michele Buoninconti, unico indagato per omicidio di Elena Ceste, i quali hanno affermato che la donna si trovava in uno stato di alterazione psichica e che il giorno della sua scomparsa soffriva di allucinazioni uditive che l'avrebbero portata a vagare nei campi fino a cadere nel fiume e morire.

I migliori video del giorno

Ma non finisce qui, infatti, in queste ultime ore gli inquirenti sono riusciti a rintracciare l'uomo con il quale Elena aveva avuto una relazione, Antonio R., un meccanico di Settimo Torinese, di 42 anni conosciuto su Facebook e che incontrò in autunno Elena Ceste nella sua casa di Costigliole. In casa, a quell'ora della mattina, non c'era nessuno, poi un'altra serie di incontri nelle cave non distanti da via San Pancrazio.

Se volete rimanere aggiornati sugli aggiornamenti di Elena Ceste v'invitiamo a cliccare sul tasto "Segui" sotto il titolo dell'articolo.