A seguito di una polmonite molto debilitante è morto l'uomo che con i suoi 450 kg era da molti ritenuto come la persona più grassa del mondo.



Il fatto: muore l'uomo più grasso del mondo - Si tratta dell'inglese Keith Martin, di 44 anni, abitante  a Londra nella zona Nord della città, il quale già in passato era salito agli onori delle cronache sempre a causa della sua enorme stazza che già gli aveva creato non pochi problemi e che aveva suscitato la curiosità del mondo intero.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Infatti all'uomo erano stati dedicati già da molto tempo numerosi servizi, interviste, approfondimenti, in relazione alle problematiche derivanti dal suo stato di salute e dalla sua difficoltà a deambulare e ad uscire di casa.

A seguito del suo ingente peso infatti a lungo Martin era rimasto intrappolato nella propria abitazione, avendo grandi difficoltà a uscire di casa e a camminare, difficoltà che circa un anno fà avevano portato l'uomo a decidere di cambiare completamente stile di vita e a sottoporsi pertanto ad una operazione di bendaggio gastrico col fine di perdere moltissimo del suo eccessivo peso. I primi effetti si stavano iniziando a vedere quando purtroppo il suo fisico debilitato è incappato in una brutta polmonite che purtroppo lo ha portato fino alla morte.

L'uomo infatti in seguito all'operazione di riduzione dello stomaco aveva perso oltre 100 chili e aveva ripreso a camminare e ad avere una vita più "normale", ma purtroppo lo sforzo fatto non è stato sufficiente per salvargli la vita.

I migliori video del giorno

La morte dell'uomo riapre la polemica derivante da una vera e propria crociata fatta partire dall'ordine dei medici contro i cibi spazzatura, che spesso secondo loro sono i responsabili principali dell'obesità a livelli patologici che sempre più spesso purtroppo colpisce in occidente una larga fetta della popolazione e che se non si interverrà in maniera incisiva, sostengono i medici aumenterà, sempre di più. Il timore dei medici è quello che continuando così in futuro le persone sopra i 200 kg di peso potrebbero aumentare di moltissimo il loro numero con i relativi problemi che tale situazione potrebbe creare per i sistemi sanitari nazionali che già hanno i loro problemi e con una tale emergenza si troverebbero in una vera e propria situazione di emergenza.