Il giallo di Elena Ceste, la donna di Costigliole d'Asti scomparsa lo scorso 24 gennaio e ritrovata senza vita a distanza di nove mesi, da circa una settimana è passato in secondo piano dopo il clamoroso caso della morte del piccolo Loris. Le news sul conto della donna si sono così placate, ma gli investigatori non si fermano e continuano ad indagare con grande costanza tenendo i riflettori puntati ancora su Michele Buoninconti, marito della donna nonché unico indagato con l'accusa di omicidio e occultamento di cadavere.

Pubblicità

Tanti i misteri, i dubbi ma soprattutto le contraddizioni e le bugie che ruotano attorno a Michele, in merito al quale il settimanale Giallo ha voluto di recente riassumere tutti i lati oscuri del vigile del fuoco e dell'intera vicenda ancora irrisolta relativa al giallo di Elena Ceste: ecco tutte le news.

Elena Ceste news: dagli sms a Facebook, tutti i dubbi su Michele

Dalle ultime news e dall'analisi compiuta dal settimanale Giallo all'indomani della nuova perquisizione in casa di Michele Buoninconti, marito della povera Elena Ceste, sono emerse tutta una serie di contraddizioni che mettono in dubbio la posizione dello stesso Michele.

Si parte dagli sms ricevuti da Elena da parte di alcuni suoi amici. Si tratterebbe di sms molto affettuosi in merito ai quali Michele avrebbe asserito inizialmente di averli letti solo dopo la scomparsa della moglie per poi ritrattare affermando di averli letti anche in precedenza, avendo spesso utilizzato il telefono di Elena Ceste. Dubbi e bugie, secondo le news sul giallo di Costigliole, riguarderebbero anche Facebook: Elena si era accorta di essere spiata da Michele, il quale era riuscito ad accedere ai suoi messaggi privati.

Pubblicità

Mentre Michele avrebbe più volte sostenuto agli inquirenti lo stato di puro delirio in cui versava la moglie la sera prima della scomparsa, a smentirlo sono stati i genitori di Elena Ceste ed in particolare il padre il quale aveva parlato con la figlia proprio la stessa sera, trovandola tranquilla e serena.

Ulteriore news che andrebbe a mettere in dubbio la posizione di totale innocenza di Michele riguarderebbe le sue richieste ai figli, intimandoli a non raccontare ai carabinieri le liti con la madre altrimenti avrebbero portato via anche lui.

Tanti dubbi e tante incongruenze, infine, anche sul luogo del ritrovamento del cadavere di Elena Ceste. Il settimanale Giallo ha infatti sottolineato le due diverse versioni di Michele: nella prima aveva raccontato di esserci stato con un amico dopo la scomparsa della moglie, per poi ritrattare ed asserire di esserci andato la stessa sera della scomparsa. Michele ha davvero mentito? I numerosi lati oscuri sopra illustrati contribuiscono notevolmente a mettere in bilico la sua tesi di totale innocenza.

Pubblicità

Per gli aggiornamenti sul caso di Elena Ceste, vi invitiamo a cliccare sul tato "Segui" in alto a questa news.