Continuano senza sosta le indagini per scoprire l'assassino di Elena Ceste, la mamma di Costigliole d'Asti scomparsa a gennaio e ritrovata cadavere sette mesi dopo. L'ipotesi principale degli inquirenti è che la donna sia stata uccisa dal marito Michele Buoninconti, unico indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere. È lui il principale sospettato degli inquirenti, che sembrano non prendere in considerazione le parole della nota sensitiva Rosemary Laboragine, la quale ritiene che Elena Ceste si sia suicidata, quindi scagionerebbe Michele Buoninconti.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Ultime news Elena Ceste, Michele è colpevole?

"Sento una profonda empatia con la mamma di Costigliole d'Asti, credo che si sia tolta la vita perché soffriva di depressione, anche se non ho mai conosciuto Michele Buoninconti".

Quanto può contare per gli investigatori la testimonianza di una sensitiva, seppur famosa? Poco, o nulla. L'ipotesi principale degli inquirenti è che la donna è stata uccisa in pochi secondi da Michele Buoninconti, anche se il marito di Elena Ceste ha sempre ribadito la sua innocenza. Su Facebook gli utenti si sono divisi: c'è chi ritiene il Buoninconti colpevole e chi prende le sue difese. In ogni caso, qualora sia lui l'assassino, deve avere agito molto probabilmente con estrema velocità.

Ultime news Elena Ceste, uccisa con un'arma da taglio o morta strangolata?

Gli esami autoptici sul cadavere della donna hanno dimostrato che Elena Ceste è stata assassinata, quindi smentiscono la testimonianza della sensitiva Rosemary Laboragine. Il cadavere della donna è stato trovato in uno stato di decomposizione molto avanzato: il collo è stato praticamente cancellato; perciò gli accertamenti scientifici sono molto complessi da espletare.

I migliori video del giorno

Sono comunque due le ipotesi degli inquirenti per quanto riguarda le cause della morte di Elena Ceste. La donna sarebbe stata strangolata in pochissimo tempo (circa trenta secondi) dalle mani forti di un uomo oppure sarebbe stata uccisa da un'arma da taglio, che avrebbe colpito la vittima sul collo. Dall'esito degli esami autoptici si esclude la morte per annegamento o per arma da fuoco. Per quanto riguarda l'assassino, il principale indiziato resta il marito Michele Buoninconti.