Per quanto riguarda i casi di omicidio di Federica Mangiapelo e Elena Ceste, news giungono soprattutto da parte degli inquirenti che stanno imprimendo svolte importanti alle indagini. La sedicenne trovata morta nel lago di Bracciano il 2 novembre 2012 sarebbe stata annegata dal fidanzato dell'epoca, Marco Di Muro, e il GIP avrebbe utilizzato sul giovane parole molto dure, descrivendolo come una persona dall'indole violenta e pronta a scappare data la piega che stavano prendendo gli eventi. Le ultime novità sul caso di Elena Ceste riguardano due particolari: i risultati dell'autopsia e dei tossicologici escludono tutta una serie di ipotesi, mentre il cellulare del marito, Michele Buoninconti, sarebbe stato agganciato da una cella nei pressi del canale di scolo.

Federica Mangiapelo, news al 15 dicembre: riaperte le indagini su Marco Di Muro, le ultime novità

Il GIP ha riaperto ufficialmente le indagini sull'unico accusato per la tragica fine di Federica Mangiapelo, news infatti parlano di Marco Di Muro, il fidanzato della ragazza. Le parole utilizzate dal giudice per le indagini preliminari sono piuttosto dure: il ragazzo avrebbe un'indole violenta e possessiva e sarebbe pronto a fuggire qualora la sua posizione peggiorasse. Le ultime novità rivelano come sia stato presentato un quadro psicologico del giovane: sin dall'adolescenza avrebbe sempre avuto pochi amici, pochi contatti e qualsiasi persona si trovi a parlare di lui lo definisce "antipatico". Certo, questo non vuol dire nulla. Ma è sicuro che Marco Di Muro ha dei problemi, dal momento che, da quando è stata uccisa Federica, non è praticamente più uscito di casa, nessuno lo ha visto, ha perso il lavoro di barista e quei pochissimi amici che aveva lo hanno abbandonato.

I migliori video del giorno

La famiglia della ragazza è sempre stata convinta sin dall'inizio che sia lui l'assassino e il giovane, in maniera molto sgradevole, quest'anno aveva pubblicato una frase che aveva provocato molta scalpore e che aveva spinto i suoi avvocati difensori a dissociarsi pubblicamente. Il giovane, in poche parole, accusava non soltanto i genitori della ragazza di essere delle pessime persone, ma anche di cercare la notorietà e qualche guadagno andando in televisione a parlare della morte della figlia.

Elena Ceste, news al 15 dicembre: i risultati dell'autopsia, le ultime novità

Per quanto riguarda il caso di Elena Ceste, news aggiornate parlano soprattutto dell'esame definitivo dell'autopsia e delle ultime novità (di cui abbiamo già discusso di recente) connesse al cellulare di Michele Buoninconti. I risultati degli esami tossicologici hanno confermato che la donna non faceva uso di psicofarmaci, il che rappresenta un elemento importante nella ricostruzione degli ultimi periodi di vita della madre di Costigliole.

Inoltre, è stata esclusa la morte per ipotermia, in quanto il corpo giaceva in una posizione come se fosse stato adagiato in vista di un maldestro tentativo di occultamento ed è stata esclusa anche la morte per annegamento, in quanto nel suo corpo non sono state trovate tracce di diatomee, alghe che si riscontrano in seduta autoptica nei morti per annegamento. Insomma, si tratta di morte violenta. Le ultime novità dalle indagini parlano comunque di una possibile svolta: il cellulare di Michele sarebbe stato agganciato alla cella nei pressi del canale di scolo proprio quella mattina di gennaio e poco prima che l'uomo desse l'allarme alla vicina per la scomparsa della moglie.

È tutto per quanto riguarda i casi di Federica Mangiapelo ed Elena Ceste, news del 15 dicembre. Se volete restare aggiornati sulle ultime novità, potete cliccare sul tasto "Segui" poco al di sopra del titolo dell'articolo.