Il 2014 sta per finire, sono tante le immagini che hanno lasciato il segno, e che renderanno indelebile l'anno che sta per passare: molte di loro fanno parte della cronaca nera, sono eventi spiacevoli. Sono molti i fatti di cronaca che hanno segnato la nostra vita nell'anno che sta per concludersi, quali momenti ricorderemo tra tutti quelli visti e vissuti? Ne abbiamo selezionati alcuni, per ricordarci di quei fatti che ci hanno tenuti incollati alla televisione. Per accogliere al meglio il nuovo anno in arrivo, voltiamoci ancora una volta indietro per vedere cosa è successo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Cronaca nera

L'Italia è stata segnata da fatti di cronaca che hanno macchiato di nero il 2014 e che resteranno indelebili. L'ultimo in ordine di tempo è l'omicidio Andrea Loris Stival, il piccolo di Santa Croce Camerina strangolato e buttato in un canale.

L'orrore di questa vicenda ha scioccato un intero Paese.

Si diffonde l'Ebola, una terribile epidemia che causa centinaia di morti nell'Africa del Sud. La corsa è alle cure, ai vaccini, tanti si salvano, tanti altri non ce la fanno. La terribile malattia è uno dei ricordi peggiori del 2014. Dopo quasi quattro anni viene (quasi) posta la parola fine ad un brutto caso di cronaca nera, la morte della piccola Yara Gambirasio. Per la sua morte viene arrestato Massimo Bossetti, incastrato dal dna, l'uomo viene arrestato come presunto omicida della ragazzina. Alberto Stasi viene condannato a sedici anni per l'omicidio di Chiara Poggi, ci sono voluti sette anni prima di avere la sentenza emessa dalla Corte d'Assise d'appello di Milano.

Altri fatti del 2014

Sorrentino vince l'Oscar come Miglior film straniero per il film "La Grande bellezza".

I migliori video del giorno

Era da ben quindici anni che l'Italia non ne vinceva uno, l'ultima pellicola vincitrice di un Oscar era stata "La vita è bella" di Roberto Benigni. La Costa Concordia che per oltre due anni ci eravamo abituati ad osservare adagiata su un fianco, nel ricordo di una tragedia, viene finalmente trainata e trasportata a Genova, e l'Isola del Giglio si libera del gigante del mare.