Alanah Pearce ha 21 anni e lavora sul web dove scrive recensioni di videogiochi e ha un canale tematico su YouTube. Purtroppo, però, da tempo era stata presa di mira dai ragazzi adolescenti che la seguivano su internet e che le scrivevano messaggi a sfondo sessuale e spesso minacce di violenza. A questo punto, la ragazza ha deciso di smascherare a modo suo i giovani stalker, contattando le mamme attraverso i social network.

Contatta le madri dei giovani persecutori su Twitter, i post diventano virali

Alanah ha spiegato che ormai non ce la faceva più a sopportare gli sfoghi dei ragazzini frustrati nella loro vita sessuale e ha deciso che era giunta l'ora di prendere provvedimenti.

Essendo legata al mondo del web, la gamer lo ha sfruttato per denunciare pubblicamente l'accaduto. Si è messa alla ricerca delle madri dei ragazzi, scrivendo un tweet nel quale ha dichiarato che spesso degli adolescenti le scrivono messaggi a sfondo sessuale su Facebook e che lei aveva deciso di reagire cercando le madri. Appena ha rintracciato una delle mamme dei ragazzi, la 21enne l'ha informata su quel che faceva il figlio su internet, consigliandole di parlarne con lui per risolvere il problema.

Sconvolta, la donna ha chiesto scusa ad Alanah, facendole capire che sarebbe subito intervenuta. Questi messaggi pubblici hanno incuriosito numerosi internauti, e in breve tempo sono diventati virali, accendendo dibattiti e discussioni sui vari social network.

Alanah ha già contattato 4 mamme tramite i social network 

Oltre alla donna che le ha risposto pubblicamente, l'esperta di videogiochi è risalita ad altre 3 madri dei giovani stalker, utilizzando sempre i social network come strumento per mettersi in contatto con loro.

La ragazza ha dichiarato che, siccome i commenti a sfondo sessuale le provengono da adolescenti, ha deciso di cercare direttamente le madri per farle sapere cosa fanno i figli mentre sono davanti al computer. Al momento, solo una signora ha risposto alla "denuncia" di Alanah, ma c'è da immaginarsi che parecchi ragazzini che si sono divertiti a tormentare una giovane gamer, adesso non se la stiano passando proprio bene in famiglia. 

Segui la nostra pagina Facebook!