Tragica fatalità nella cittadina di Hayden in Usa, dove un bambino di 2 anni, riesce a sfilare dalla borsa della madre la pistola, spara e la uccide per sbaglio. Il fatto è accaduto in un noto negozio della grande distruzione al dettaglio di elettronica, non molto lontano dalla residenza della vittima, e dove la donna si trovava a fare acquisti con i suoi quattro figli. Nonostante i soccorsi, per la donna non c'è stato niente da fare. In base alle prime informazioni dell'Ansa, sulla tragedia si è già aperta un'inchiesta, per verificare come il bimbo abbia potuto aver accesso all'arma da fuoco.

Evacuato il locale di seguito alla sparatoria: gli investigatori sono già al lavoro.



Il fatto: Hayden, (USA) appartiene allo stato americano dell'Idaho.  È qui che si è consumata la tragedia che ha coinvolto una donna di 29 anni, madre di quattro figli, mentre si trovava in un negozio di elettronica Wal Mart, nota multinazionale statunitense e proprietaria dell'omonima catena di negozi di distribuzione al dettaglio organizzata, fondata da Sam Walton nel 1962 (tristemente nota anche per le accuse di sfruttamento minorile), per fare acquisti o forse solo passeggiare.

Il bimbo di due anni, trovata la pistola della madre dentro la borsetta, ha sparato un colpo per sbaglio uccidendo la donna sul colpo. Inutili i soccorsi sul posto, che non hanno potuto che constatare il decesso. Non si conoscono le esatte dinamiche della vicenda e del modo in cui il bimbo, di soli due anni, appia avuto accesso alla borsa della donna e abbia aperto il fuoco, proprio all'interno del locale commerciale.

Non si ha nemmeno idea di come il proiettile sia stato sparato per sbaglio e come mai la donna portasse nella borsa un'arma così pericolosa senza la sicura. Un gesto accidentale che ha provocato la morte di una madre di 29 anni per mani del suo bimbo di 2 anni.



Le prime ricostruzioni - In base alle prime indagini, la donna deteneva l'arma regolarmente e la portava spesso con sé nella borsa. La madre aveva infatti un regolare porto d'armi.

Intanto si è aperta un'inchiesta per verificare la dinamica dell'accaduto e eventuali responsabilità: il fatto è stato ripreso interamente dalle telecamere del circuito chiuso del reparto commerciale, che permetterà alla polizia di individuare dinamica e modalità della tragedia. Non si esclude la ricerca di eventuali testimoni, che potrebbero raccontare meglio come si sono svolti i fatti all'interno del Supermercato. Nel negozio di Wal Mart erano presenti anche gli altri tre figli più grandi - mentre altre finti sostengono che la vittima avesse con sé altri tre bambini dei quali non si conosce il rapporto tra loro - al momento sottoshock per la vicenda, ma che potrebbero fare un racconto più lucido della vicenda.

Al momento infatti sono queste le poche informazioni che ci vengono riportare dall'Ansa, dichiarando che le indagini sulla tragedia sono state già aperte.





Segui la nostra pagina Facebook!