Stanno emergendo notizie sempre meno confortanti sul naufragio del Norman Atlantic, il traghetto che ha preso fuoco alle 4:30 circa dello scorso 28 dicembre. La nave era diretta da Patrasso ad Ancona, dove doveva arrivare alle 17:00, ma è improvvisamente naufragata per cause che ancora devono essere scoperte. Il Norman Atlantic ha preso fuoco all'alba di due giorni fa, mentre si trovava molto vicino alle coste albanesi. Il comandante Argilio Giacomazzi ha subito ordinato l'evacuazione, resa molto ardua dal black-out della nave e da onde alte più di quattro metri. Ma i soccorsi della Marina Militare, arrivati dall'Italia e dall'Albania, sono stati efficacissimi; hanno infatti salvato le persone che, prese dalla paura, si erano gettate in acqua.

Ultime news Norman Atlantic, i dati delle vittime sono in costante aggiornamento

I dati delle vittime, però, sono in continuo aggiornamento: sappiamo che sul Norman Altlantic si trovavano 478 passeggeri, di cui 22 italiani e 56 persone dell'equipaggio. I morti accertati, al momento sono 12, dato che si sono aggiunti all'elenco anche due marinai di un rimorchiatore albanese Illiria che era giunto per soccorrere i passeggeri del traghetto in fiamme. All'appello mancano anche due autotrasportatori napoletani; per quanto riguarda i dispersi, invece, è giallo. Secondo le autorità greche essi sarebbero circa quaranta, tra cui anche un italiano, il camionista Giuseppe Mancuso, cinquantasette anni, di Messina.

Ultime news Norman Atlantic, la testimonianza shock della soprano greca

Lasciano a bocca aperta le testimonianze dei sopravvissuti, che hanno passato un inferno lungo trentasette ore.

I migliori video del giorno

Una donna di nazionalità greca, Teodora Douli ha raccontato di avere visto morire suo marito senza potere fare nulla. Sotto shock anche due adolescenti greche che hanno paragonato la tragedia del Norman Atlantic a quella del Titanic. Ma la testimonianza più inquietante proviene dalla soprano greca Dimitra Theodossiou, anche lei a bordo della nave che è andata in fiamme. La donna è stata salvata da un elicottero dell'esercito italiano giunto sul posto e ha rilasciato delle dichiarazioni shock dopo essere stata dimessa dall'ospedale di Lecce: "I soldati hanno raccolto le donne, i bambini e gli anziani per essere salvati per primi; gli uomini a bordo della nave si sono arrampicati e ci hanno picchiato per essere salvati prima di noi".