Sono oltre mille al momento i siti francesi presi di mira da hacker autodefiniti islamisti nel corso della settimana dell'attentato al giornale satirico Charlie Hebdo. La notizia è stata diffusa da esperti di sicurezza Internet nella giornata di ieri.

Pubblicità
Pubblicità

Gran parte dei cyber attacchi hanno colpito siti relativamente piccoli appartenenti al governo locale, a università, chiese e società d'affari le cui home page sono state deturpate con comunicazioni come "C'è un solo Dio, Allah", "Morte alla Francia" e "Morte a Charlie".

Gli esperti hanno riferito che cyber jihadisti del Nord Africa e Mauritania hanno rivendicato l'attacco hacker minacciando un'ondata di attività per il 15 gennaio. "Per ora si è trattato più di un atto di cyber vandalismo che di un attacco sofisticato e di alto livello.

Cyber attacco ad oltre mille siti in Francia
Cyber attacco ad oltre mille siti in Francia

Non si tratta di gruppi ben strutturati" ha spiegato Francois Paget, un esperto della società di sicurezza software McAfee. Secondo gli altri esperti dell'industria, è difficile prevedere che forma potrebbe prendere l'attacco hacker minacciato per il 15 gennaio. "Per Giovedì potremmo aspettarci attacchi su siti di più alto profilo, un'azione di gruppo organizzata o un (completo) cambio di tecnica" ha aggiunto Gerome Billois, senior manager della società di consulenza informatica Solucom.

Pubblicità

Nel frattempo, copie dell'ultima edizione di Charlie Hebdo - che ha registrato il tutto esaurito nell'arco di poche ore in Francia - sono state messe in vendita su eBay per migliaia di euro, spingendo un organo di controllo dei media a perseguire i venditori per questo loro affarismo indecente. Sul sito di vendita on-line, copie del nuovo numero di Charlie Hebdo sono state offerte a 15.000 euro per l'acquisto immediato contro il prezzo di copertina di soli 3 euro.

Il gruppo di controllo dei media Reporter Senza Frontiere con sede a Parigi ha espresso tutta la sua rabbia di fronte a questo opportunismo commerciale. Ieri, le prime 700.000 copie di quella che è stata definita 'l'edizione dei superstiti' di Charlie Hebdo sono state vendute in Francia nell'arco di un paio d'ore. La stampa di tre milioni iniziali di copie è stata aumentata a cinque milioni per soddisfare l'enorme richiesta. Le copie saranno messe in vendita in altri paesi del mondo alla fine di questa settimana.

Pubblicità

Leggi tutto