Potrebbero allungarsi ulteriormente i tempi per il deposito dell'ordinanza dei giudici del tribunale delle libertà di Catania chiamati a decidere sulla richiesta di scarcerazione presentata dal difensore di Veronica Panarello, la mamma di 26 anni su cui pende l'accusa di avere ucciso - lo scorso 29 novembre a Santa Croce Camerina - il figlio Loris Stival di 8 anni. La decisione era attesa entro le 12 di oggi 3 gennaio dopo che i giudici si erano riuniti ieri in camera di consiglio al termine di due "udienze fiume" (il 31 dicembre e il 2 gennaio).

Tecnicamente per la notifica del provvedimento - spiega l'agenzia di stampa Ansa - i giudici hanno tempo fino alle ore 24 di oggi 3 gennaio, ma fino a ieri si prevedeva che la decisione sarebbe arrivata entro le ore 14, ora di chiusura della segreteria del palazzo di Giustizia di Catania. Tuttavia, l'ordinanza emessa dai giudici sulla scarcerazione o meno di Veronica Panarello, al momento, non risulta ancora consegnata alle parti.

Delitto Loris Stival: concluso lo scontro tra accusa e difesa davanti al tribunale delle libertà di Catania

Al vaglio dei giudici del tribunale delle libertà di Catania il corposo fascicolo d'inchiesta alla base dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere; ma anche la relazione della difesa che ritiene non grave il quadro indiziario prospettato dalla pubblica accusa.

Il padre della donna, il signor Francesco Panarello, l'unico a sostenere la donna apertamente insieme alla zia acquisita Antonella Stival, oggi prima della sentenza aveva detto: "Che oggi sia un giorno speciale e Veronica possa andare a piangere sulla tomba il suo piccolo angioletto", ha affermato il nonno materno di Loris Stival.

Caso Loris: 'D'accordo con Antonella Stival, va fatto il Dna a tutti', 'indagini' su Facebook

Intanto, sulla pagina Facebook intitolata "Veronica Panarello è innocente", già all'attenzione della polizia postale dopo la denuncia da parte del nonno paterno del piccolo Loris Stival, sono sempre di più, di ora in ora, i commenti e le polemiche sul giallo di Santa Croce Camerina.

Scrive Gianna Iacono: "D'accordissimo con Antonella Stival, va fatto il Dna a tutti (nessuno escluso) coloro che conoscevano e frequentavano Loris e, se è il caso, anche a tutti i santacrocesi, come hanno fatto a Brembate per Yara Gambirasio". Secondo Maria Spina "il piccolo Loris Stival potrebbe essere stato ucciso con le cinture dello zaino, ecco perché non si trova". "Effettivamente non ci ha pensato nessuno...", aggiunge Michela D'Amico.

Infanticidio Loris Stival: 'Spero che Veronica venga assolta', opinione pubblica divisa su Fb

"Ma il testimone dell'edicola che dice di aver visto Veronica Panarello fuori alla scuola non si è tenuto in considerazione?", chiede Lucy D'Aniello. Posta Cettina Di Stefano: "Credo nell'innocenza di Veronica, ma lo zaino che fine ha fatto? Ci sono tante cose che non vanno. Speriamo bene per Veronica". Secondo Claudia Iannucci "gli inquirenti devono considerare altre piste, visto che c'é il dna devono fare quello che hanno fatto per il caso di Yara Gambirasio". Aggiunge Marco Vega: "D'accordissimo, lo devono fare".

Commenta Alberto Campanile: "Se Veronica Panarello sarà assolta in formula piena (come io spero) vorrà dire che la giustizia italiana avrà l'opportunità di acciuffare il vero mostro che ha ucciso il piccolo Loris Stival, permettendo alla mamma di crescere l'altro figlio con lo stesso amore che dava prima a entrambi".

Segui la nostra pagina Facebook!